Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Da Palese a Torre a Mare, quattro progetti per ridisegnare il litorale barese

Presentati in Fiera gli interventi previsti dall'accordo tra Comune, Ance e Confindustria, per riqualificare il tratto costiero da Nord a Sud: già pronti 8 milioni di euro. Decaro: "Ultimati entro la fine del mio mandato"

In attesa di vedere completato il Waterfront di San Girolamo, i cui lavori sono "al 40%", il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha presentato, questa mattina, gli studi di ambientazione per quattro interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana sui tratti costieri di Santo Spirito, Palese e Torre a Mare, ma anche dell'area prospiciente all'ingresso della Fiera del Levante e il prolungamento della spiaggia tra Pane e Pomodoro e Torre Quetta. I progetti sono stati realizzati nell'ambito di un protocollo d'intesa tra Comune di Bari, Confindustria Bari-Bat e Ance Bari-Bat per migliorare la costa barese, rendendola più fruibile.

"Abbiamo illustrato - ha affermato Decaro - i nuovi quattro studi di pre-fattibilità che riguardano le ex frazioni marine a nord e a sud della città, la riqualificazione dell’area antistante la Fiera del Levante, che diventerà la zona della città dedicata al tempo libero e agli eventi, e la creazione di una grandissima spiaggia pubblica attrezzata nella zona sud, con il collegamento tra Pane e Pomodoro e Torre Quetta, aree già molto frequentate dai baresi. Contemporaneamente pubblicheremo il concorso di progettazione, per 8 milioni di euro già disponibili nel Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana, e quindi già stanziati, in modo da procedere velocemente e vedere i primi interventi realizzati entro la fine del mandato".

"I vincitori del concorso di progettazione -aggiunge il sindaco - come previsto dalla nuova normativa sugli appalti, potranno procedere con la progettazione definitiva ed esecutiva. In questi primi 26 mesi di mandato abbiamo cercato di aprire e chiudere piccoli e grandi cantieri che in ogni quartiere stanno restituendo spazi e servizi ai cittadini, con la possibilità anche di migliorarne la qualità della vita. Questo, senza rinunciare a quella visione che avevamo raccontato in campagna elettorale e che ci sta permettendo di progettare un nuovo volto per la città di Bari". Assieme ai quattro punti presentati, Decaro ha affermato che per le altre quattro zone individuate in precedenza, Lungomare Augusto, moli San Nicola e Sant'Antonio e lungomare Nazario Sauro, a giorni verrà avviato il concorso di progettazione internazionale per la valorizzazione delle aree.

“Siamo orgogliosi di aver contribuito allo sviluppo di idee di riqualificazione per il lungomare e gli approdi a mare della città di Bari, Santo Spirito e Palese - ha invece dichiarato il presidente di Ance Bari-Bat, Beppe Fragasso - collaborando con l’amministrazione comunale e Confindustria. Il nostro apporto è stato soprattutto orientato all’utilizzo sulla costa di materiali biocompatibili ed eco-sostenibili e costituirà la base su cui l’amministrazione potrà indire i concorsi di progettazione e successivamente le gare di appalto".

“Questa iniziativa - ha invece aggiunto il presidente di Confindustria Bari BAT Domenico De Bartolomeo - è il segno evidente della volontà, che Confindustria e ANCE condividono con il Comune, di far vivere Bari come una grande città europea, in cui i luoghi della quotidianità diventano per la popolazione non solo luoghi di lavoro, ma anche occasioni di svago, di attività ricreative e sportive". 

I PROGETTI NEL DETTAGLIO

LUNGOMARE SANTO SPIRITO - PALESE

Pedonalizzazione lungomare con rifacimento marciapiedi, pubblica illuminazione nella zona del porto e creazione di percorsi ciclopedonali. La pedonalizzazione non riguarderà il tratto adiacente al porto di Santo Spirito e sarà assicurata la viabilità circostante. Sarà invece riqualificata la piazza attualmente sulla rotonda e il molo, sia nella zona che ospita i box dei pescatori, sia nell’area attigua che sarà liberata dalle auto, che oggi parcheggiano abusivamente, per essere rinnovata e resa fruibile dai cittadini. A Palese, invece, si procederà con l’allargamento del marciapiede, già in parte riqualificato, per realizzare un percorso ciclopedonale.  

INGRESSO MONUMENTALE FIERA DEL LEVANTE

Creazione di una spiaggia pubblica attrezzata con ampie zone dedicate alle attività balneari e affini. La spiaggia pubblica rappresenta l’opera che completa l’offerta del quartiere fieristico, che naturalmente si presta a diventare l’area dedicata al tempo libero e agli eventi.  

PANE E POMODORO E TORRE QUETTA

Realizzazione del prolungamento della spiaggia da Pane e Pomodoro fino a Torre Quetta per un totale di 3,5 km. L’intera area sarà resa fruibile sia per le attività balneari, sia per le attività sportive durante la stagione invernale attraverso una vera e propria palestra a cielo aperto. L’intero tratto di costa sarà riqualificato e attrezzato per la fruizione dei cittadini.

LUNGOMARE TORRE A MARE

Riqualificazione del tratto di lungomare a sud, a partire dalla piazza centrale, con creazione di percorso ciclo pedonale che si affaccerà sulle aree prospicienti al mare dove attualmente l’accesso è impedito o difficoltoso. Nel tratto di costa dove attualmente esistono le “calette”  è prevista la riqualificazione delle spiagge o degli accessi al mare e della zona circostante. Su tutto il lungomare saranno realizzati, dove possibile, accessi al mare, compatibilmente con gli interventi di stabilizzazione della costa. Sono previste inoltre nuove aree per la sosta e per piccole attività commerciali.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palese a Torre a Mare, quattro progetti per ridisegnare il litorale barese

BariToday è in caricamento