menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Waterfront San Girolamo, spiagge pronte per l'estate. I residenti: "Stanchi dei disagi"

Il Comune conferma la priorità ai lavori per la realizzazione delle aree dedicate alla balneazione. La piastra servizi sarà completata in autunno. I cittadini, intanti si costituiscono in un comitato

La dirittura d'arrivo comincia a intravedersi, almeno per una parte consistente del cantiere: a San Girolamo si lavora alacremente per aprire il rinnovato lungomare e le nuove spiagge, per un'opera avviata circa un anno fa. Un'estate di sacrifici, era stato detto dal Comune, e così dovrebbe essere, visto che per giugno il litorale dovrebbe essere disponibile per turisti e residenti, con la possibilità di prendere il sole e fare il bagno. Al momento il cantiere si sta concentrando proprio su questo aspetto e sull'ultimazione dei frangiflutti: "Stiamo andando avanti senza sosta - spiega l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - e attendiamo il completamento della Valutazione d'Impatto Ambientale con la Regione Puglia, per poi procedere al ripascimento delle spiagge, utilizzando la sabbia del porto di Torre a Mare, opportunamente dragata e 'ripulita'. Nei giorni scorsi ci sono stati incontri con l'Arpa e stiamo preparando le integrazioni richieste attraverso ulteriori analisi". Il procedimento, se non avrà intoppi, si completerà nelle prossime settimane, consentendo l'avvio di questa fase dei lavori.  La piazza sul mare, invece, con il manufatto destinato a ospitare negozi e attività commerciali, dovrebbe invece essere pronta per gli ultimi mesi del 2017: "Ci siamo concentrati proprio sulle spiagge - afferma Galasso - perché vorremmo dare la possibilità a tutti di godere il più possibile del nuovo lungomare".

D'altra parte, nel quartiere, si attende con partecipazione che le ruspe e le transenne abbandonino la centrale via IX maggio. Residenti e commercianti si sono riuniti in un Comitato, per interloquire, con una voce unica, assieme alle istituzioni. La prima riunione degli attivisti si svolgerà venerdì pomeriggio: "Tutto - spiega Francesco Rossini, consigliere del Comitato di Quartiere San Girolamo-Fesca - è nato tramite Facebook dove da tempo abbiamo costituito un gruppo dove discutere delle problematiche del nostro rione. Una trentina di noi ha quindi costituito un comitato apartitico e apolitico. Crediamo che la riqualificazione del lungomare sarà una grande opportunità però ci auguriamo non vi siano intoppi né ritardi".

Dopo un anno e oltre di lavori la cittadinanza non vede l'ora che tutto finisca: "Abbiamo già patito numerosi disagi - aggiunge Rossini -. Ne hanno risentito particolarmente le attività commerciali. Chiediamo venga migliorata la viabilità sul lato mare e su strada San Girolamo, quest'ultima molto stretta. Diversi negozi hanno visto ridotti i loro affari anche per la mancanza di parcheggi, specie sul lato Fesca. Siamo comunque ottimisti e convinti che al termine tutto sarà molto meglio di prima". I problemi, però, non riguardano solo le strade ma anche sicurezza e degrado: "C'è inciviltà - aggiunge Rossini - specie sul fronte deiezioni canine. Sarebbe auspicabile un maggior pattugliamento delle forze dell'ordine e dei vigili, per evitare anche furti e altre fastidiose azioni criminose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento