menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Waterfront San Girolamo, Decaro conferma: "Primo tratto aperto entro fine mese"

Il primo cittadino ha effettuato un sopralluogo con l'assessore Galasso e i tecnici comunali e della ditta appaltatrice. A breve l'inaugurazione dei primi 400 metri del nuovo lungomare

Quattrocento metri (di cui circa 200 di spiaggia) del nuovo lungomare di San Girolamo saranno fruibili entro poche settimane: è l'esito del sopralluogo effettuato questa mattina dal sindaco di Bari Antonio Decaro, accompagnato dall'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, dai tecnici comunali e dell'azienda appaltatrice, per verificare lo stato dei lavori per il waterfront, opera attesa con trepidazione dai residenti, stanchi di convivere con cantieri e polvere al punto che, nei giorni scorsi, vi sono state segnalazioni di bagnanti che avrebbero utilizzato la spiaggia nonostante le recinzioni dei cantieri.

Il primo tratto, quello più a nord, sarà aperto a stretto giro: "Domani - spiega il sindaco Decaro - saranno piantumate le essenze arboree mentre sono stati avviati i lavori di manutenzione ordinaria sulla zona a terra". In pratica, dopo il sì dei tecnici della Città Metropolitana, già da oggi alcuni operai hanno avviato la 'movimentazione' del terreno permettendo così lo stendimento della sabbia, da effettuare con l'Amiu entro fine mese. Ancora un po' di attesa, dunque, e i cittadini dovrebbero avere a disposizione una porzione del tanto atteso lungomare, senza dover 'invadere' il cantiere: "Chi ha fatto il bagno in quella zona - spiega Galasso - è evidentemente entrato attraverso la costa. Abbiamo comunque raccomandato all'impresa di costruzione di tenere alta l'attenzione al recinto che verrà ovviamente fatto arretrare quando apriremo la prima parte del lungomare".

Bisognerà invece attendere per vedere terminati altri punti fondamentali del cantiere, come il completamento delle spiagge e dell'area adiacente alle case popolari: "Sul primo aspetto - afferma Galasso - siamo in attesa del parere della Regione, alla quale abbiamo fornito la documentazione richiesta. Entro luglio ci sarà una risposta da parte del tavolo di coordinamento che ci dirà se sarà necessaria una Valutazione d'Impatto Ambientale per prelevare e ripulire la sabbia proveniente dal dragaggio del porto di Torre a Mare. In caso non vi sia necessità, procederemo con rapidità. Per quanto riguarda, invece, la zona delle case Arca, siamo a due-terzi del cantiere per la uova fogna e l'impianto di pompaggio. Dopodiché potremo procedere con la realizzazione della strada, delle aiuole e delle piste ciclabili". Tempi più lunghi, invece per la piazza sul mare, il cui progetto, per essere completato, necessiterà di una perizia di variante "a costo zero per il Comune e a carico - dice Galasso - della ditta appaltatrice dei lavori" per modificare alcuni aspetti strutturali. Mesi di attesa, dunque: nel frattempo, come ha dichiarato Decaro in un video su Facebook, il primo appuntamento è a fine mese "per fare il bagno insieme" nel rinnovato waterfront.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento