Waterfront San Girolamo, lunedì apre il cantiere. Galasso: "Obiettivo estate 2017"

Il tanto atteso restyling del quartiere potrà cominciare, dopo numerose diatribe burocratiche. La prima parte dei lavori riguarderà la fogna bianca,quindi si procederà con le opere a mare. A settembre ripartono i cantieri cittadini, dal ponte Asse Nord-Sud a via Montegrappa

Tanti, tantissimi annunci, spesso, per un motivo o per l'altro disattesi. Questa volta però ci siamo. Lunedì aprirà ufficialmente il cantiere per la costrizione del Waterfront di San Girolamo, opera attesa da anni, il cui costo si aggirerà attorno ai 15 milioni di euro. Gli infiniti passaggi burcocratici per avviare i lavori si sono protratti fino alla fine di agosto. Al rientro dalle ferie il Consorzio Stabile Valori Roma, vincitore della gara d'appalto, potrà così predisporre le prime recinzioni e avviare così un cantere destinato a rivoluzionare totalmente il quartiere: "Cominceremo - spiega l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - con la zona nord, quella verso Lama Balice. Inizialmente si procederà con la realizzazione della rete di fogna bianca, partendo proprio dal 'recapito finale', ossia il punto dove confluiranno le acque. Dopodiché, tra alcuni mesi, si partirà con la costruzione delle opere a mare, ovvero i due terzi dell'intera opera".

Ben quattro nuove spiagge, due in ghiaia e due in sabbia, frangiflutti e una nuova piazza, con un corpo centrale destinato a locali, da alcuni giudicato troppo cementizio e non bellissimo dal punto di vista estetico, compensato da un ampio viale pedonale alberato con palme ed essenze, per un'estensione complessiva di 1,7 km. Il restyling, in ogni caso, porterà a una valorizzazione totale del quartiere, con diverse novità sul fronte della viabilità: "Il lungomare sarà chiuso al traffico - spiega Galasso - tranne che per i frontisti. Ciò significa che commercianti e abitanti della zona potranno comunque percorrerlo in auto. Abbiamo pensato a modificare il sistema dei sensi di marcia delle strade limitrofe proprio per venire incontro alle esigenze della cittadinanza. Per contratto l'opera dovrà essere completata entro 15 mesi, ma, ovviamente, calcolando le operazioni in mare e il maltempo previsto per i mesi autunnali e invernali, l'obiettivo sarà per l'avvio dell'estate 2017. Chiediamo agli abitanti di San Girolamo solo un po' di pazienza. Il risultato li ripagherà ampiamente". Stralciato il parcheggio sotterraneo da 100 posti, sono state inserite aree di posteggio alle estremità del waterfront. Un quartiere destinato a cambiare parecchio, con la costruzione anche, a cura di Arca Puglia, di 225 alloggi popolari (con avvio del primo stralcio già a febbraio 2016) e la conseguente demolizione dei vecchi edifici. 

Settembre, per la città, vorrà anche dire una ripresa delle 'grandi opere' a cominciare proprio dal ponte sull'Asse Nord Sud: "Procederemo - annuncia Galasso - con il ricongiungimento delle due parti e quindi, dopo il montaggio del rivestimento, si andrà con l'assemblaggio dei 32 stralli". Per la fine della primavera 2016 Bari dovrebbe avere il suo ponte scenografico, presumibilmente con un rifacimento dell'asfalto di viale Tatarella che, comunque, non rientra nell'appalto vinto dalla ditta friulana Cimolai. Nel prossimo mese si proseguirà anche con il restyling di via Montegrappa e la riasfaltatura di numerose strade e ponti cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Riecco Checco Zalone: ecco il manifesto di 'Tolo Tolo, il film al Cinema dal 1 gennaio 2020

  • Isabella, la Monica Bellucci di Molfetta che ha rubato il cuore all'ex tronista Francesco Monte: "E' speciale perché è normale"

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento