Cronaca

X Factor, riparte da Bari la caccia alla nuova pop star

Oggi e domani in cinquemila affolleranno i padiglioni della Fiera del Levante per partecipare alle preselezioni del talent show firmato Sky. Il concorrente tipo? Donna e under 24

La ricerca del nuovo talento musicale italiano riparte dal capoluogo pugliese. Dalle 6 di questa mattina, migliaia di ragazzi, ragazze e adulti, si sono messi in coda lungo i cancelli della Fiera del Levante per essere tra i primi a partecipare alla pre-selezione di X Factor 6.

In cinquemila, tra oggi e domani, sono arrivati a Bari sfidando caldo e sole per essere ascoltati, anche solo due minuti, dai selezionatori di questa seconda nuova edizione del talent show targato Sky.

A fare da padrone di casa, il presentatore Alessandro Cattelan, orfano, almeno per il momento, dei suoi 4 giudici che, stando almeno a quanto dice la produzione, potrebbero non essere gli stessi della scorsa stagione. Ma lo sguardo azzurro del 32enne veejay non mente, e lascia trasparire la riconferma di Morgan, Arisa, Elio e Simona Ventura. Da buon milanese, ha apprezzato la bellezza di Bari e la ‘vista mare’ che si gode dai cancelli del quartiere fieristico. Confessando che ci sarebbe rimasto male qualora non lo avessero riconfermato (é stato il presentatore della prima edizione Sky dello scorso anno, soffiando il posto a Francesco Facchinetti, conduttore delle precedenti edizioni su RaiDue), ha detto: “Qui mi stanno arrivando buone sensazioni”.

A Bari sono arrivati da tutto il Mezzogiorno: “E’ un vero e proprio Sud alla riscossa”, dicono gli organizzatori che, dettagliatamente, elencano i numeri della prima tappa. Più iscrizioni e più presenze, prima di tutto, rispetto all’anno scorso. Oggi il 50% delle aspiranti pop star è pugliese, il 18% campano, il 15% calabro, e il resto si divide tra abruzzesi, sardi, molisani, siciliani e lucani. Domani, invece (sono attesi in 3mila), cresce la percentuale sicula (30%), mentre si riducono quella pugliese (24%) e campana (17%).

Stando a una distinzione per sesso ed età, la maggior parte delle possibili future stelle del firmamento musicale appartiene alla categoria Under 24 (il 57%). Di questi c’è una prevalenza femminile (63% contro 37%). Gli Over 24, invece, sono il 40% dei concorrenti (52% uomini e 48 % donne). Solo un esiguo 3% si presenta alle preselezioni per la categoria Gruppi.

Dai numeri, quindi, è possibile capire come il sogno di diventare un cantante affermato appartiene più alle giovani donne sotto i 24 anni. Ma anche gli uomini sopra i 24 si difendono bene e sperano in una ribalta veloce e fatta di lustrini. Ma il cammino per approdare in tivù è ancora lungo. Dopo le preselezioni di Bari, Milano (19, 20, 21 maggio) e Roma (26, 27 e 28 di questo mese), si passerà alle selezioni vere e proprie, con la presenza dei 4 giudici che diranno quel “Per me è sì” tanto auspicato da tutti e che può fare la differenza.

Le speranze negli occhi dei ragazzi è palese. La voglia di emergere è tanta. E per molti di loro questa è l’unica vera opportunità visto che il lavoro dei talent scout, di solito, si concentra su Milano. E allora che fare? Emigrare?  E chi non può, che fa? Forse si spiega così l’assalto alla preselezione. Forse è veramente questa oggi l’unica strada per emergere, e non solo in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X Factor, riparte da Bari la caccia alla nuova pop star

BariToday è in caricamento