Cronaca

Cinquanta nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli: "Prime scoperte nella zona cuscinetto. La Xylella avanza verso nord"

"E’ la prima volta - spiega l'Arif - che si riscontra la presenza di piante infette in zona cuscinetto e per di più sul confine nord, a ridosso della zona indenne"

Il nuovo focolaio di Xylella scoperto a Monopoli, nel Barese, riguarda 50 ulivi. Lo comunica l'Arif Puglia a seguito del monitoraggio effettuato dagli agenti fitosanitari dell'Ente. Gli ulivi ricadono nella zona cuscinetto, lungo la Statale 16 e rientrano nella Piana degli ulivi monumentali.

"E’ la prima volta - spiega l'Arif - che si riscontra la presenza di piante infette in zona cuscinetto e per di più sul confine nord, a ridosso della zona indenne. Un ulivo ricadrebbe proprio al limite della zona indenne. L’Osservatorio fitosanitario regionale sta compiendo le ultime verifiche sui campioni al fine di procedere all’emissione degli atti di eradicazione, ma tutto fa pensare a un avanzamento repentino del batterio.

“Ci stiamo muovendo con la massima tempestività in modo che, appena abbiano l’ufficialità piena del dato – sottolinea il Direttore generale dell’Arif Francesco Ferraro - inteverremo per eradicare le piante infette, confidando nella collaborazione dei proprietari. Il fatto che le piante siano situate a ridosso di una grande arteria stradale come la Statale 16, fa supporre che, ancora una volta, la sputacchina sia stata trasportata da qualche mezzo in transito. Proseguono intanto le nostre operazioni di monitoraggio e quelle di abbattimento, in base agli atti emessi dall’Osservatorio riguardanti le 77 piante risultate infette in zona contenimento, nei territori di Ostuni, Fasano e Cisternino”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinquanta nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli: "Prime scoperte nella zona cuscinetto. La Xylella avanza verso nord"

BariToday è in caricamento