Cronaca Madonnella / Corso Sonnino Sidney

Zsr Madonnella, in corso Sonnino scatta la lotta ai “furbetti del grattino”

I residenti denunciano una serie di irregolarità. Anche i commercianti sotto accusa. Decaro: "Presto saranno intensificati i controlli"

Non hanno il pass. Pagano la sosta per un’ora, ma rimangono con la propria automobile ben più del dovuto.  Sono i furbetti della zsr di corso Sonnino. Attivata a maggio, ha subito suscitato grande entusiasmo tra i residenti. Ma dall’inizio di settembre trovare un posto alla propria auto non è più così semplice. Il perché è presto detto e lo raccontano gli stessi residenti: “Gli ausiliari del traffico non controllano in modo corretto  -spiega Mario L., residente in via Dalmazia -. Mi sta capitando di notare questo: alcuni pagano un grattino per massimo un’ora e poi lasciano l’auto lì dov’è per ore contando sui non attenti controlli degli ausiliari”.

Stessa situazione in via Dieta di Bari, dove l’effetto della zsr aveva spazzato via ogni critica iniziale. Ma da qualche giorno non è più come prima e il problema è identico a quello individuato per le altre strade. “Sto pensando di tornare al garage, qui gli ausiliari non arrivano quasi mai – racconta Luisella L. –. Ho visto giungere da noi alcune persone che parcheggiano e non pagano il grattino: per noi residenti è una beffa”. Messo sotto accusa anche qualche commerciante della zona: “Abbiamo notato alcuni esercenti parcheggiare la propria vettura davanti al negozio per poterla sorvegliare qualora dovessero arrivare i vigili”, afferma Gianluigi M., residente in corso Sonnino. “Mi chiedo perché noi residenti dobbiamo essere così penalizzati dopo aver pagato il pass 30 euro?”

Il consigliere delegato alla Mobilità, Antonio Decaro, vuole però rassicurare gli abitanti del quartiere. “Ci stanno arrivando diverse segnalazioni ma in questi giorni non siamo rimasti con le mani in mano: presto infatti aumenteranno i controlli degli ausiliari che dovranno sorvegliare le strade limitrofe del quartiere e non solo le vie principali”. “Purtroppo - continua Decaro -  spesso è necessario far fronte alla mancanza di rispetto delle regole da parte di qualche cittadino che crede così di farla franca; abbiamo parlato con la polizia municipale e certamente i controlli aumenteranno già dai prossimi giorni”.  

Una storia simile fu registrata anche nel rione Murattiano: “I furbi sono dappertutto - conclude Decaro - Ma anche lì siamo intervenuti aumentando sia il numero dei controlli che le sanzioni nei confronti di chi violava le regole ed i risultati non sono tardati ad arrivare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zsr Madonnella, in corso Sonnino scatta la lotta ai “furbetti del grattino”

BariToday è in caricamento