Economia

De Gennaro chiede concordato preventivo per Dec

La procedura di concordato preventivo risolleverebbe l'azienda dal fallimento e 250 posti di lavoro,stando alle dichiarazioni del gruppo De Gennaro colpito sequestro dei beni negli scorsi mesi

Cerca di salvarsi il Gruppo De Gennaro colpito mesi fa da vicende che portarono al sequesto dei beni. Oggi il gruppo ha presentato al Tribunale di Bari la domanda per l'ammissione alla procedura di concordato preventivo, domanda necessaria secondo il Gruppo "a causa della congiuntura economica che, in particolare, sta colpendo il settore delle costruzioni nel quale il Gruppo Degennaro opera dal dopoguerra in tutta Italia". La domanda di concordato preventivo ha l'obiettivo di salvare l'azienda dal fallimento e i 250 lavoratori.

La situazione finanziaria dell'azienda barese, provata dalla stretta creditizia dovuta al momento di crisi economica, è resa più difficile dall'inchiesta giudiziaria che nel marzo scorso ha travolto i vertici della società e ha portato al sequestro conservativo di beni per oltre 25 milioni di euro, restituiti solo in parte. I costruttori baresi Daniele e Gerardo De Gennaro sono ancora detenuti agli arresti domiciliari. L'inchiesta, coordinata dai pm della Procura di Bari, Renato Nitti e Francesca Romana Pirrelli, fa riferimento alla realizzazione dei due parcheggi interrati di Piazza Cesare Battisti e Piazza Giulio Cesare e al progetto del centro direzionale del quartiere San Paolo.Cinquantuno, complessivamente, gli indagati nel fascicolo della magistratura barese, accusati, a vario titolo, di corruzione, falso materiale e ideologico, truffa, abuso d'ufficio, turbativa d'asta, appropriazione indebita e frode in pubbliche forniture.

La procedura di concordato "prevede un percorso volto alla continuità aziendale - fa sapere l'azienda - e, nei limiti del possibile, occupazionale attraverso la costituzione di una nuova società, la Nuova Dec Srl, e l'affitto di un ramo d'azienda della Dec SpA nel quale sono confluiti alcuni appalti pubblici per un valore superiore ai 100 milioni di euro aggiudicati nell'ultimo periodo alla Dec SpA, tra i quali un tratto della Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Brescia-Treviglio. La Nuova Dec intende non solo portare a termine le commesse già acquisite da Dec, ma anche intraprendere un percorso di crescita fondato su un articolato piano industriale con un management rinnovato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Gennaro chiede concordato preventivo per Dec

BariToday è in caricamento