Economia Bari Vecchia

A Bari arriva il tour nazionale dell’Ugl “Il lavoro cambia anche noi!”, verso il primo maggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Lunedì 12 aprile arriva a Bari, in Piazza Libertà alle ore 15.00, la settima tappa del tour itinerante promosso dall’UGL, a bordo di un bus, in occasione della Festa del Lavoro col motto “Il Lavoro Cambia anche Noi!”. Il sindacato ha deciso di essere al fianco dei lavoratori con 30 appuntamenti che si snoderanno lungo l’Italia e che si concluderanno sabato primo maggio a Milano. L’obiettivo è quello di raggiungere nei singoli territori i propri iscritti, i dirigenti e tutti i lavoratori alle prese con una crisi economico-sociale che sta acuendo le disuguaglianze. All’incontro, tra gli altri, prenderanno parte: Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL; Giuseppe Sanzò, Segretario Regionale UGL Puglia; Antonio Caprio, Segretario UTL Bari. L’idea nasce dalla volontà dell’UGL di rivendicare la centralità del lavoro, andando nelle piazze, nelle fabbriche e nelle realtà produttive di tutto il Paese. “Oggi a Bari, città aperta sul Mediterraneo, ribadiamo la volontà della UGL di far sentire la voce dei lavoratori in un momento di particolare difficoltà a causa della pandemia. Occorre mettere in campo politiche di concertazione con i Paesi che affacciano sul “Mare Nostrum”, e realizzare accordi commerciali per valorizzare prodotti che rappresentano un’eccellenza del made in Italy. In tal senso è fondamentale puntare sul rilancio delle singole realtà territoriali per favorire una ripresa economica duratura e salvaguardare la coesione nazionale. Un tema particolarmente scottante per la Puglia riguarda l’ex Ilva di Taranto per l’assenza di certezze e garanzie a favore dei lavoratori. Occorrono dunque prospettive serie per tutelare un comparto strategico come quello della siderurgia considerato che l’acciaio costituisce un materiale fondamentale per la nostra industria metalmeccanica”. Lo hanno detto in una nota congiunta Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL e Antonio Caprio, Segretario UTL di Bari. Dopo Roma, Napoli, Messina, Reggio Calabria, Matera, Brindisi e Bari, il viaggio lungo le realtà italiane proseguirà a: Campobasso, San Salvo, Pescara, L’Aquila, Frosinone, Fiumicino, Cagliari, Rieti, Terni, Firenze, Arezzo, Civitanova Marche, Ancona, Bologna, Venezia, Trieste, Monfalcone, Verona, Trento, Riva del Garda, Genova, Aosta, Torino e Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bari arriva il tour nazionale dell’Ugl “Il lavoro cambia anche noi!”, verso il primo maggio

BariToday è in caricamento