Sabato, 12 Giugno 2021
Economia

C'è l'accordo per la vertenza Piramide di Molfetta: incentivi all'esodo e ricollocamento per i 46 lavoratori licenziati

L'intesa è stata sottoscritta al termine dell'ultima riunione tra i rappresentanti di Filcams Cgil, Fisascat Cisl Bari-Bat e Uiltucs Bari con l'azienda del gruppo Megamark

Accordo tra la società Piramide Italiana, facente capo al gruppo Megamark, e i sindacati per consentire un esodo incentivato ai 46 lavoratori licenziati su un organico complessivo di 98 unità della piattaforma di Molfetta.

L'intesa è stata sottoscritta al termine dell'ultima riunione tra i rappresentanti di Filcams Cgil, Fisascat Cisl Bari-Bat e Uiltucs Bari con l'azienda. L'incentivo sarà composto da 25 mensilità della retribuzione lorda alla data dell'intesa e sarà corrisposto in un'unica soluzione, spiega Fisascat Cisl "previa sottoscrizione da parte di ogni lavoratore interessato di un accordo di transazione e conciliazione individuale in sede sindacale, con contestuale rinuncia all'impugnazione del provvedimento di licenziamento, di ogni diritto di precedenza, e ad ogni e qualsiasi altra pretesa che tragga origine in modo diretto o indiretto dal rapporto di lavoro ai sensi e per gli effetti degli articoli 410 e 411".

I lavoratori, inoltre, potranno essere ricollocati nel provider individuato dal consorzio Soa scarl con assunzioni a tempo pieno e indeterminato senza periodo di prova e la conservazione dello stipendio. Eventuali differenze rispetto a quella riguardante l'applicazione del contratto nazionale di lavoro trasporti merci e logistica saranno compensate con il riconoscimento di un superminimo non assorbibile. Sarà inoltre conservata l'anzianità di servizio già maturata alla data odierna e la sede di lavoro a Molfetta.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è l'accordo per la vertenza Piramide di Molfetta: incentivi all'esodo e ricollocamento per i 46 lavoratori licenziati

BariToday è in caricamento