Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

Aeroporti di Puglia, passeggeri in calo sulle linee nazionali ma cresce il traffico internazionale

I primi otto mesi del 2013 fanno registrare una flessione legata ai numerosi collegamenti nazionali cancellati da alcune compagnie. Bene invece la linea internazioale, grazie ai nuovi voli verso Barcellona, Mosca, Parigi e isole greche

Cala il numero di passeggeri sulle linee nazionali, ma il traffico internazionale tiene bene e continua a crescere. E' un bilancio dal doppio volto quello dei primi otto mesi del 2013 per i due aeroporti pugliesi di Bari e Brindisi. I dati sono stati resi noti dalla società Aeroporti di Puglia che amministra i due scali.

Per quanto riguarda "Karol Wojtyla" di Palese, il dato consuntivo al 31 agosto si è attestato a 2.421.698 passeggeri, il 5,8 % in meno rispetto ai 2.571.878 dei primi otto mesi dello scorso anno, mentre per il "Papola - Casale" di Brindisi si è attestato a 1.358.961 passeggeri, il 5,4 % in meno rispetto a 1.436.224.

In particolare, nello scalo barese si è registrata una flessione del 9,6% del traffico passeggeri sulla linea nazionale. Un dato che "risente - secondo Adp - delle cancellazioni di collegamenti adottate ad inizio anno da Meridiana/Air Italy (Linate), Ryanair (Verona), Alitalia (Bologna) e da AirOne (Malpensa), "con quest'ultima da sola che ha comportato un calo di 106.594 passeggeri, in parte compensato dai 24.571 passeggeri in più trasportati da easyJet e dai 27.585 in più trasportati da Ryanair rispettivamente su Malpensa e Orio al Serio".

In compenso, però, al 31 agosto, il traffico internazionale di linea è cresciuto del 9,3% rispetto all'anno precedente: 676.788 i passeggeri 2013 a fronte dei 619.108 del 2012. "Alla base di ciò – spiega Adp - l'accresciuta offerta della summer 2013 che, tra le numerose destinazioni collegate con voli di linea, comprende le novità Barcellona, Cluj, Mosca, Parigi CdG, Varsavia, Mikonos, Santorini, Zante, Corfù, oltre al raddoppio delle frequenze per Monaco e Riga". Anche il dato relativo al traffico internazionale mostra però un segno negativo, relativo ai charter internazionali, che registrano -32,9%: un calo che "sconta rispetto alla stagione 2012 il generale ridimensionamento dell'offerta outgoing, la cancellazione - aggiunge la società di gestione degli aeroporti pugliesi - pressoché totale delle catene charter che sino allo scorso anno avevano portato in Puglia i crocieristi spagnoli in partenza dal porto di Bari, nonché gli ultimi tragici accadimenti in Egitto che hanno determinato la cancellazione sino a nuovo ordine di tutti i voli charter già programmati per Sharm e Marsa Alam".

Per quanto riguarda nello specifico il mese di agosto, i passeggeri in arrivo e in partenza nei due aeroporti pugliesi sono stati complessivamente 590.920, con una flessione del 2,6 % rispetto allo stesso mese del 2012 quando il totale si attestò a 607.130 unità. "E' un risultato - si legge nel comunicato - che, seppur negativo, evidenzia la sostanziale tenuta del traffico rispetto allo scorso anno e dal quale si evince una positiva evoluzione rispetto al dato registrato ad inizio anno (-12% su entrambi gli scali). Il tutto in un contesto di contrazione dei volumi di traffico che, fatte salve alcune eccezioni, interessa l'intera aeroportualità italiana". La linea internazionale anche agosto segna dati positivi: è stata del 12,5% su Bari (133.610 passeggeri contro i 118.711 dello stesso periodo 2012) e del 13,7% su Brindisi (51.764 passeggeri a fronte dei 45.527 di agosto dell’anno scorso), "a conferma – conclude Adp - dell'andamento registrato da questo segmento di traffico nei primi otto mesi del 2013 e che, in parte, ha bilanciato il calo dei passeggeri di linea nazionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti di Puglia, passeggeri in calo sulle linee nazionali ma cresce il traffico internazionale

BariToday è in caricamento