rotate-mobile
Economia Palese - Macchie / Viale Enzo Ferrari

Ad agosto 714mila passeggeri transitati dall'aeroporto di Bari: traffico cresciuto del 20% rispetto al 2019

I dati forniti da Aeroporti di Puglia premiano in particolare la linea nazionale (+33%) rispetto a tre anni fa. Pronto il piano di rafforzamento dei collegamenti aeroporto-città

Bari si conferma importante crocevia per il traffico aeroportuale estivo. La conferma arriva dai dati di Aeroporti di Puglia, che gestisce lo scalo 'Karol Wojtyla' di Palese: nel solo mese d'agosto i passeggeri in arrivo e partenza da Bari sono stati 714.004 (+20 per cento rispetto allo stesso mese del 2019); con un incremento più marcato (+33%) per la linea nazionale, mentre si attesta a +16,1% quello della linea internazionale. Su base annua, invece, i passeggeri sono stati 6.219.243 - nel conteggio rientra però anche Brindisi - + 13,1% rispetto ai 5.496.725 passeggeri dei primi otto mesi del 2019

Nel frattempo Adp sta lavorando anche al miglioramento dei collegamenti tra aeroporti e città. Come riportato in un comunicato, nell’ambito del prossimo Piano Nazionale degli Aeroporti in fase di preparazione grande impulso verrà dato all’intermodalità tra trasporto aereo e ferroviario con la realizzazione di nuovi collegamenti con i principali aeroporti. Una logica di integrazione modale che, ancora una volta, vede la Rete aeroportuale pugliese, in particolare il Karol Wojtyla di Bari, quale modello di riferimento, grazie al collegamento gestito da Ferrotramviaria tra l’aeroporto e il capoluogo della regione." Un servizio che sempre più incontra il favore dell’utenza che può disporre di un servizio rapido e aderente alle esigenze di mobilità sostenibile - spiegano  da Adp - Il successo del collegamento, del quale nel mese di luglio e agosto hanno usufruito oltre 140mila passeggeri a fronte dei circa 93mila dello stesso periodo del 2019, è destinato a compiere un ulteriore salto di qualità attraverso la prossima sottoscrizione di un accordo strategico tra Aeroporti di Puglia e Ferrotramviaria finalizzato al miglioramento del servizio e a una maggiore sostenibilità del sistema e all’ampliamento del bacino di utenza aeroportuale".

“La Puglia e i suoi aeroporti – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile - non hanno tradito le attese. L’eccellente lavoro svolto che ci ha visto impegnati anche durante la fase più acuta dell’emergenza pandemica ha messo la nostra rete aeroportuale nelle condizioni ideali per affrontare con grande slancio la ripresa. Non è per caso, quindi, che Bari e Brindisi siano tra i pochissimi aeroporti che non solo hanno colmato il gap rispetto al periodo pre-pandemico, ma addirittura hanno registrato sensibili indici di crescita". "Per inquadrare compiutamente l’eccellente dato di agosto, così come quello del precedente mese di luglio - ha concluso Vasile - va ricordato che ci riferiamo a mesi segnati dalle criticità legate a cancellazioni, ritardi e bagagli disguidati. Anche in questo caso, e lo dico con orgoglio, i nostri aeroporti hanno rappresentato una felice eccezione, sia per la scarsa incidenza di cancellazioni e ritardi, ma soprattutto con l’eccellente gestione dei bagagli resa possibile dal nostro personale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad agosto 714mila passeggeri transitati dall'aeroporto di Bari: traffico cresciuto del 20% rispetto al 2019

BariToday è in caricamento