rotate-mobile
Economia

Tra ambiente e digitalizzazione, al via il bando Interreg Grecia-Italia

Dal 15 dicembre 2023 fino al 31 gennaio 2024, le istituzioni interessate potranno presentare progetti transfrontalieri della durata massima di 24 mesi. L'obiettivo è rendere i due Paesi più competitivi, verdi ed inclusivi

L'Autorità di gestione del programma Interreg Grecia-Italia 2021-2027 ha lanciato il primo bando per progetti ordinari con un budget di 45 milioni di euro. Al finanziamento possono accedere vari soggetti: enti ed autorità pubbliche nazionali, regionali o locali; organismi di diritto pubblico e privato senza scopo di lucro; organizzazioni internazionali registrate secondo il diritto nazionale greco e italiano; infine i Gruppi europei di cooperazione territoriale (Gect), sempre registrati secondo il diritto nazionale greco e italiano. 

Tutti questi organismi devono risiedere nelle aree di programma: sul lato Italia le Regioni Puglia, Basilicata e Calabria con le Province di Matera, Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria; sul lato Grecia le Regioni della Grecia Occidentale, delle Isole Ionie e dell'Epiro.

Gli ambiti di intervento

A partire dal 15 dicembre 2023 fino al 31 gennaio 2024, le istituzioni italiane e greche, costituite in partenariato composto da un minimo di 2 a un massimo di 6 partner operanti nelle regioni dell’area di Programma, possono presentare progetti transfrontalieri di alta qualità della durata massima di 24 mesi (Fase A concept note) con un budget compreso da 900mila a 2,5 milioni di euro per singolo progetto (il minimo per ciascun partner è di 150mila euro).

I temi di finanziamento riguardano i settori dell'ambiente, del cambiamento climatico, economia circolare, ricerca e innovazione, digitalizzazione, turismo, protezione della natura e della biodiversità, istruzione, formazione e apprendimento permanente, cura della salute, cultura e turismo sostenibile: l’obiettivo unico e congiunto di rendere i due Paesi più competitivi, più verdi e con basse emissioni di carbonio, più inclusivi.

Le prime fasi

La fase A, presentazione della nota concettuale che parte il 15 dicembre, prevede l'introduzione sulla piattaforma Mis del Programma di una concept note (il cui template è fornito tra i documenti della call), che consiste in una breve panoramica dell’idea progettuale e che riporta informazioni relative a: composizione del partenariato; azioni proposte e indicatori del Programma; budget  delle azioni; ammissibilità dei beneficiari; valore aggiunto della cooperazione transfrontaliera; correlazione con gli obiettivi specifici del bando. Le concept note che verranno selezionate passeranno alla Fase B di sottomissione della candidatura.

Tutti i documenti di supporto alla call, le guide e i modelli per presentare le note progettuali sono disponibili cliccando su un apposito link. Si tratta di testi in inglese, scelta quali lingua ufficiale del Programma.

Con un budget di circa 106 milioni di euro, il programma Interreg VI-A Grecia-Italia 2021-2027 è stato approvato dalla Commissione europea con decisione dell’8 settembre 2021. Il nuovo programma di cooperazione continuerà a finanziare progetti transfontalieri tra istituzioni e stakeholders italiani e greci, concentrandosi sui temi della crescita verde e digitale e sfruttando le opportunità della blue economy. Il budget totale è cofinanziato per l'75% dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) (79.582.928,00) e per il 25 percento dai fondi nazionali di Grecia e Italia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra ambiente e digitalizzazione, al via il bando Interreg Grecia-Italia

BariToday è in caricamento