Appalti pubblici, a Bisceglie domani la firma del protocollo d’intesa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Cgil, Cisl e Uil siglano accordo con il Sindaco a Palazzo di Città alle 14.30 Domani, venerdì 2 marzo, alle ore 14.30, nella Sala Giunta del Comune di Bisceglie sarà firmato dal sindaco, Vittorio Fata, e dai segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil il “Protocollo d’intesa in materia di concessioni e appalti pubblici di lavori, forniture, servizi”. Bisceglie è il primo comune della Bat a firmare un protocollo per garantire legalità, correttezza, trasparenza, in materia di concessioni e appalti pubblici di lavori, forniture e servizi. In Puglia altri due i precedenti, Ruvo di Puglia e Bari. Il Protocollo andrà ad implementare le norme del nuovo “Codice degli Appalti” (Decreto Legislativo n. 50 del 18 aprile 2016) con 18 prescrizioni operative che tendono a ridurre fortemente i criteri di discrezionalità in capo alla stazione appaltante con la regolamentazione del “management risk”, di modo che la pubblica amministrazione possa analizzare i fattori di rischio corruzione, individuando le contromisure necessarie. L’introduzione della obbligatorietà per la stazione appaltante, in questo caso il Comune di Bisceglie, della clausola sociale da inserire nei cambi di appalto, garantisce continuità occupazionale dei lavoratori interessati da un cambio d’appalto, tramite il loro passaggio alle dipendenze del nuovo operatore. La clausola prevede, tra l’altro, l’obbligo per l’aggiudicatario di dare applicazione ai contratti collettivi di settore stipulati a livello nazionale, territoriale o aziendale dai sindacati comparativamente maggiormente rappresentativi. Oltre alla clausola sociale anche la responsabilità solidale che coinvolge tutti i soggetti interessati ad una gara d’appalto. Obiettivo del protocollo quindi quello di favorire una competizione giocata sui fattori di innovazione e qualità dell’organizzazione del lavoro, abbattendo precarizzazione e compressione del salario.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento