rotate-mobile
Economia

Auchan Triggiano, la vertenza si chiude: raggiunto l'accordo per i 119 lavoratori

Nella notte la sottoscrizione dell'intesa, firmata da tutte le sigle sindacali. Previsto il trasferimento diretto di 64 lavoratori da Auchan a Simply, mentre altri 12 verranno riassunti da Expert. Esodo incentivato per 27 dipendenti

L'accordo è stato raggiunto nella notte. Dopo più di un mese di trattative, non senza momenti di tensione e divergenze interne al fronte sindacale, l'intesa per la chiusura della vertenza Auchan è stata siglata. Presenti al tavolo convocato presso il Comune di Triggiano, Auchan e il nuovo investitore Ipersimply, la società Tricenter, proprietaria del centro Bari Blu e le sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Ugl terziario.

Quattro i punti cardine dell'intesa, che hanno permesso di trovare la quadra sui numeri: il trasferimento diretto da Auchan a Ipersimply (con la nuova società Iperblu srl) di 64 lavoratori, il passaggio momentaneo a Tricenter di 12 dipendenti che dovranno poi essere riassorbiti da Expert e la mobilità incentivata già accettata e sottoscritta da altri 27 dipendenti. Altre 16 unità lavorative (due impiegati amministrativi e 14 capi reparto) saranno invece ricollocate da Auchan in altri punti vendita della società.

IL TRASFERIMENTO DIRETTO AUCHAN-SIMPLY - Gran parte dei dipendenti, dunque, passerà in maniera diretta da Auchan al nuovo investitore Iperblu che si è impegnata a riassorbirli entro il 31 marzo 2015. Nel passaggio, come richiesto dai sindacati, verrà applicato l'articolo 2112 relativo al trasferimento di ramo d'azienda, che in sostanza consentirà ai lavoratori di mantenere le stesse condizioni contrattuali e retributive.

L'ACCORDO PER I LAVORATORI EXPERT - Diverso il percorso per i 12 dipendenti che dovranno essere riassorbiti da Expert. Passeranno temporaneamente in carico a Tricenter, che chiederà per loro l'attivazione della cassa integrazione in deroga, per poi essere assunti da Expert, che dovrebbe cominciare ad operare nel centro commerciale dal 1° giugno. Tale passaggio è subordinato all'effettiva conclusione dell'accordo commerciale tra Tricenter ed Expert, prevista per oggi.

LA MOBILITA' INCENTIVATA - Altri 27 dipendenti hanno invece accettato la strada della mobilità incentivata. Per coloro che hanno deciso di lasciare il lavoro, l'incentivo all'esodo sarà corrisposto da Auchan, al quale si sommerà un 20 per cento sul totale che verrà corrisposto da Tricenter. A ciò si aggiunge l'indennità di mobilità comunque prevista a livello nazionale e corrisposta all'INPS ai lavoratori, che varia in base all'età del lavoratore e che può avere una durata da uno a tre anni.

Soddisfatti i sindacati. "E' un risultato importante, abbiamo un accordo in cui nessuno dovrà versare una lacrima, nonostante la chiusura di un ipermercato - commenta Boccuzzi della Fisascat Cisl - E' la dimostrazione che quando quattro sindacati, nonostante le divergenze di pensiero, si siedono al tavolo delle trattative, i problemi si risolvono". "C'è grande soddisfazione per essere riusciti a portare a casa un accordo di questa natura - dichiara Barbara Neglia della Filcams Cgil - che vede sicuramente tutti i lavoratori di Auchan protetti in ogni loro direzione, sia per coloro che hanno trovato un posto di lavoro, che per coloro che per scelta di vita hanno deciso di accettare la mobilità volontaria. E' stata scritta una bella pagina di sindacato, non è sempre facile in un periodo come questo riuscire a garantire ai propri lavoratori una sicurezza e una serenità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auchan Triggiano, la vertenza si chiude: raggiunto l'accordo per i 119 lavoratori

BariToday è in caricamento