Economia

Auchan Triggiano, salta la trattativa. I lavoratori occupano l'ipermercato

Nessun accordo raggiunto sul futuro dei 119 dipendenti. Ieri sera l'occupazione dei lavoratori, questa mattina la decisione dell'azienda di tenere le saracinesche abbassate. Nuovo incontro dei sindacati con Auchan: "Riapra l'ipermercato e ritiri la procedura di mobilità"

Situazione sempre più tesa all'Auchan di Triggiano. Dopo gli incontri di ieri, che hanno visto fallire le trattative sul futuro dei 119 dipendenti, i lavoratori, riuniti in assemblea permanente, hanno deciso di occupare l'ipermercato.

In 15 hanno trascorso la notte all'interno della struttura, ma questa mattina, per volontà dell'azienda, le saracinesche del supermercato sono rimaste chiuse. Una mossa che ha scatenato la rabbia degli altri lavoratori, arrivati sul posto per dare il cambio ai colleghi. "Non erano questi gli accordi - spiegano sul posto le RSA - Ieri sera l'azienda, alla presenza delle forze dell'ordine, ci aveva detto che alle 7 avrebbe riaperto".

Per cercare di sbloccare la situazione, in mattinata è stata convocata d'urgenza una nuova riunione, alla quale hanno preso parte i rappresentanti dei sindacati, Auchan, la direzione del centro commerciale, il sindaco di Triggiano, e i comandanti di Polizia Municipale e carabinieri.

"Come sindacati abbiamo avanzato due precise richieste - spiega Barbara Neglia, segretaria della Filcams-Cgil di Bari - La prima è quella di riaprire subito l'ipermercato, per far entrare gli altri lavoratori e lasciare uscire quelli che sono stati praticamente 'sequestrati' all'interno. Come seconda cosa, abbiamo presentato ad Auchan una formale richiesta di ritirare la procedura di mobilità avviata per i 119 dipendenti. Solo così saremo disposti a sederci nuovamente al tavolo delle trattative, per un incontro fissato per il giorno 3 febbraio al Comune di Triggiano, su richiesta del sindaco".

LA TRATTATIVA FALLITA - A far fallire le trattative, è stato il mancato raggiungimento di un accordo sul numero di lavoratori che dovrebbero essere riassorbiti dal nuovo investitore, IperSimply.  Il gruppo, inizialmente disposto a garantire circa 40 full-time equivalenti (corrispondenti all'incirca a 55 unità lavorative), nonostante le richieste dei sindacati non sembra comunque intenzionato ad andare oltre i 45 full-time equivalenti. Una quota insufficiente per i rappresentanti dei lavoratori, considerato anche che non si conosce ancora con esattezza il numero di dipendenti che potranno essere riassorbiti dall'altro probabile investitore, il marchio dell'elettronica Expert. Auchan, dal canto suo, è rimasto fermo sulla possibilità di riallocare soltanto 14 capireparto, licenziando il resto dei lavoratori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auchan Triggiano, salta la trattativa. I lavoratori occupano l'ipermercato

BariToday è in caricamento