menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auchan Triggiano, fissato un nuovo tavolo: sindacati e azienda a confronto il 6 febbraio

Dopo un lungo incontro in Comune a Triggiano e la mediazione del primo cittadino, fissato un nuovo appuntamento per venerdì prossimo, al quale parteciperà anche la società francese. Dalle aziende coinvolte nella vertenza l'impegno a coordinarsi per elaborare una proposta univoca da portare al tavolo di venerdì prossimo

Un nuovo incontro convocato per il 6 febbraio, con la presenza di Auchan, e l'impegno, da parte delle aziende, a coordinarsi per elaborare una proposta unitaria da sottoporre ai sindacati. La lunga mediazione condotta ieri dal sindaco di Triggiano, Vincenzo De Nicolò, non è bastata a sbloccare del tutto le trattative - vista anche l'assenza di Auchan al primo tavolo convocato in mattinata - ma è in qualche modo riuscita a 'riattivare' il dialogo tra la società francese e  i rappresentanti dei lavoratori.

Nel tardo pomeriggio, dopo un confronto con i sindacati, De Nicolò ha  nuovamente incontrato i vertici delle quattro aziende coinvolte - Auchan, i nuovi investitori Expert e Ipersimply e la Tricenter, proprietaria di BariBlu - dalle quali ha ottenuto l'impegno a coordinarsi, incontrandosi già da oggi, per cercare una soluzione unitaria alla vertenza, in vista del nuovo vertice fissato per venerdì prossimo.

Un piccolo passo in avanti comunque importante per i sindacati: "Finalmente abbiamo questo coordinamento tra i soggetti datoriali - commenta Giuseppe Boccuzzi della Fisascat Cisl - che ora andranno a sintetizzare una proposta univoca alla vertenza, che ovviamente possa essere il più soddisfacente possibile. Questa sarà la base per avviare le trattative nell'incontro fissato per il 6 mattina al Comune di Triggiano, in cui saranno presenti tutti i soggetti interessati". I lavoratori, dal canto loro, hanno acconsentito a lasciar uscire dall'ipermercato merce deteriorabile.

Resta però la grande incognita dei numeri, e della quota di lavoratori che riuscirà effettivamente ad essere ricollocata. Per il momento, spiega Boccuzzi, gli unici dati certi sono delle 62 unità lavorative che sarebbero riassorbite da Ipersimply, e dei 15 lavoratori che potrebbero essere riassunti da Expert. 77 dipendenti in tutto, su un totale di 119. Numeri ancora insufficienti, per i sindacati. Del resto, sottolinea Boccuzzi, anche la disponibilità di Auchan a riallocare 16 unità attualmente assunte a Triggiano (14 capireparto e due impiegati) al momento non è supportata da alcun impegno ufficiale, né l'azienda ha ancora dato risposte in merito agli incentivi alla mobilità volontaria, che aiuterebbero a ridurre il numero dei lavoratori coinvolti nella vertenza.

Al momento, tutto resta sospeso, in attesa della proposta che sarà formulata dalle aziende e presentata venerdì prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento