Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Aumenti Tarsu, Grandaliano: "Scelta inevitabile"

Il presidente dell'Amiu sui rincari del 30% decisi dal Comune per la tassa sui rifiuti: "Le nuove leggi non consentivano una scelta diversa"

L’aumento della Tarsu non ha lasciato indifferenti i baresi. Il regalo post-ferie del Comune non è stato dei migliori, soprattutto leggendo i commenti che impazzano in rete contro la decisione del sindaco Emiliano di aumentare di circa il 30% la tariffa sui rifiuti. Il presidente dell’Amiu Gianfranco Grandaliano ha risposto  a Bari Today spiegando che “l’aumento della tariffa si è reso necessario soprattutto in ordine alle nuove disposizioni di legge che non permettono che il gettito possa essere inferiore ai costi sostenuti”.

“Per anni il Comune di Bari - ha detto ancora il numero uno dell'azienda di igiene urbana - ha deciso di non colpire il portafoglio dei baresi, ma sia la diminuzione dei trasferimenti dallo Stato che il nuovo articolato impedisce ai comuni di potersi comportare in modo diverso”.  “Specifico che il Comune trasferisce all’Amiu circa 60 milioni di euro per la gestione del servizio, ben otto in meno di quello che servirebbero per poter gestire servizi aggiuntivi, uno su tutti la raccolta differenziata, che ha prodotto un risparmio del 10% sulla bolletta degli residenti  dei rioni dove la raccolta è a regime”
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenti Tarsu, Grandaliano: "Scelta inevitabile"

BariToday è in caricamento