Le aziende baresi a lezioni di cloud con gli incontri organizzati da Tim e Cle Bari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Si è tenuto oggi nella sede di Confindustria Bari e BAT il primo dei tre seminari formativi organizzati da TIM e CLE di Bari - realtà emergente a livello nazionale attiva nella realizzazione di prodotti e servizi specialistici in ambito IT - sul tema del Cloud Computing, l'insieme di tecnologie che consente l'archiviazione, l'elaborazione e la trasmissione dei dati direttamente in rete tramite accesso a Internet, sulla cosiddetta 'nuvola'.

Se fino a oggi molte aziende hanno vissuto con diffidenza la possibilità di avvalersi di servizi informatici online, gli ultimi dati dell'Osservatorio Cloud & ICT as a Service - School of Management del Politecnico di Milano evidenziano che il mercato Cloud in Italia viene stimato in crescita del 25% nel 2015 ed è destinato a raggiungere un valore superiore a 1,5 miliardi di euro.

In Italia il fenomeno del Cloud Computing è, dunque, considerato sempre più elemento di rivoluzione organizzativa per le imprese se si pensa che, grazie ad esso, non è più necessario possedere potenti server aziendali oppure salvare i dati sul pc, essendo possibile disporne da qualsiasi dispositivo e in qualsiasi momento tramite una connessione internet. Durante il seminario TIM e CLE hanno presentato alle aziende baresi opportunità, modalità e tempi di una graduale migrazione verso il cloud nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza dei dati.

«Lavorare in cloud - ha spiegato il B.U. Manager di 'CLE for IT' Tiziano Chiumeo - consente di rendere più efficienti processi e servizi all'interno dell'azienda e quindi migliorare l'offerta alla clientela, attraverso la realizzazione di un sistema informatico flessibile, sicuro, affidabile ed economicamente più conveniente rispetto alle infrastrutture tradizionali. Nel cloud la complessità e la gestione delle infrastrutture tradizionali è delegata all'esterno con risparmio di tempi e costi che consentono alle imprese di potersi dedicare sempre più alle attività di business e sempre meno alle problematiche tecniche. La tendenza in atto è inarrestabile; sempre più imprese comprendono le opportunità offerte dalla migrazione di sistemi informatici e dati presenti in azienda, verso centri di elaborazione specializzati e quindi estremamente affidabili e performanti. La nostra azienda affianca le imprese che intendono transitare in cloud dalla progettazione sino alla realizzazione chiavi in mano della soluzione, gestendo anche il relativo processo di cambiamento».

Torna su
BariToday è in caricamento