Economia

Tirocini per giovani con il bando Ba29, già presentate 200 domande: iscrizioni aperte fino a fine estate

I primi numeri della misura finanziata dal Comune che consente a ragazze e ragazzi dai 16 ai 29 anni, con reddito Isee sotto i 6mila euro, di prendere parte a stage semestrali a 450 euro mensili

Già iscritte 225 aziende, 590 posizioni proposte per 200 tra ragazze e ragazzi: sono i primi numeri di BA29, la misura finanziata dal Comune di Bari per consentire, attraverso tirocini semestrali retribuiti in aziende e organizzazioni del capoluogo e dell'area metropolitana, l'inserimento lavorativo di giovani disoccupati d'età compresa tra i 16 e i 29 anni. Per il progetto vi sono a disposizione 1,9 milioni di euro: ai giovani selezionati sarà riconosciuto un rimborso di 450 euro al mese per 6 mesi nonché un contributo di 300 euro una tantum per i soggetti ospitanti, oltre al rimborso di alcune spese per attivare il tirocinio.

Domande entro la fine dell'estate

Sarà possibile presentare domanda per i tirocini fino alla fine dell'estate. La partecipazione è consentita ai giovani dai 16 ai 29 anni disoccupato o inoccupati appartenenti a nuclei familiari con Isee inferiore aii 6mila euro. In questi giorni si stanno svolgendo attività di animazione e coinvolgimento dei giovani nei principali luoghi di aggregazione della città, da parco 2 Giugno a via Sparano fino a Torre Quetta, con l'obiettivo di sensibilizzarli nel progetto

“Da oltre venti giorni – spiega l'assessore cittadino alle Politiche Giovanili Paola Romano - sono presenti presso l’urp di tutti i municipi, presso l’info giovani e gli uffici di Porta Futuro tutte le informazioni utili per partecipare a Ba29, ma vogliamo invertire il paradigma e andare noi dai cittadini. Da lunedì porteremo le informazioni della pubblica amministrazione in luoghi non convenzionali, cercando di raggiungere il maggior numero di persone tra i 16 e i 29 anni: piazze, giardini, spiagge di tutta la città. Accanto a questi spazi itineranti sempre da lunedì faremo assemblee di ragazzi nelle parrocchie, nelle associazioni e nei centri famiglia di ogni quartiere. L’obiettivo è dare al maggior numero di possibili beneficiari un’informazione corretta e una possibilità per partecipare ad un progetto che non prevede un posto di lavoro sicuro ma che offre alle aziende del territorio l’occasione di conoscere i nostri ragazzi e magari può aiutare i ragazzi i un’età critica come l’adolescenza a capire quale professione gli piacerebbe fare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirocini per giovani con il bando Ba29, già presentate 200 domande: iscrizioni aperte fino a fine estate

BariToday è in caricamento