rotate-mobile
Economia

In due settimane il piano di rilancio della Banca Popolare di Bari: "Contatti intensi" per salvare l'istituto

Prosegue il "programma di incontri e contatti con investitori istituzionali" che mira "al rafforzamento patrimoniale" dell'istituto pugliese

La Banca Popolare di Bari "conferma che il programma di incontri e contatti con investitori istituzionali" che mira "al rafforzamento patrimoniale" dell'istituto pugliese "prosegue intensamente". In una nota dell'istituto bancario barese, si legge che "l'obiettivo è di pervenire entro le prossime due settimane all'approvazione di un piano industriale e patrimoniale concordato tra le parti".

Nella giornata di ieri, al Fondo Interbancario di Tutela dei depositi è arrivata una richiesta di sostegno da parte di BpB per poter risolvere la difficile situazione patrimonale dell'istituto. Nell'operazione dovrebbe anche affiancarsi l'intervento della controllata statale MedioCredito Centrale: l'operazione potrebbe aggirarsi attorno al miliardo di euro. 

Per raddrizzare la sua situazione patrimoniale, il gruppo pugliese ha chiesto aiuto al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, a cui si dovrebbe affiancare la controllata statale MedioCredito Centrale, nell'ambito di un intervento che si stima possa aggirarsi attorno al miliardo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In due settimane il piano di rilancio della Banca Popolare di Bari: "Contatti intensi" per salvare l'istituto

BariToday è in caricamento