Venerdì, 23 Luglio 2021
Economia

Bari: arriva la "carta acquisti sperimentale", la social card riservata ai nuclei familiari con minori e in condizioni economiche disagiate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Bari rientra infatti tra le 12 città italiane scelte dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per la sperimentazione della carta, che avrà una durata di 12 mesi.
Attraverso questa nuova misura circa 800 famiglie residenti avranno la possibilità non solo di acquistare generi alimentari e di prima necessità, ma anche di pagare le bollette energetiche e delle forniture di gas.
Possono presentare domanda i cittadini italiani, comunitari, extracomunitari soggiornanti di lungo periodo, rifugiati politici e titolari di protezione sussidiaria in stato di disoccupazione. Questa social card, differente da quella varata nel 2008, rappresenta un vero contributo per il reinserimento lavorativo. I beneficiari infatti dovranno impegnarsi a trovare un lavoro, a partecipare ad iniziative di formazione e a mandare i figli a scuola.
Non vi è cumulabilità con la carta acquisti ordinaria: in caso di doppia assegnazione, il nucleo familiare assegnatario dovrà rinunciare a quella ordinaria.
Il termine ultimo per la presentazione delle domande, che dovranno essere consegnate a mano presso gli sportelli del servizio di Segretariato Sociale, presenti presso l'Ufficio Immigrazione e presso ogni Circoscrizione del Comune di Bari (come specificato nel bando in pubblicazione), scade alle ore 12 del 7 agosto 2013.

I soggetti beneficiari

La social card 2013 sperimentale potrà essere erogata ai cittadini italiani o comunitari, residenti nel comune in cui si presenta la domanda da almeno 1 anno, con Isee in corso di validità uguale o inferiore a 3mila euro e un patrimonio mobiliare inferiore agli 8mila euro. Se uno dei familiari del richiedente gode già di altri trattamenti economici, il valore di questi non deve superare i 600 euro mensili. Inoltre per richiedere l'accesso al beneficio in questione, nessun componente del nucleo familiare deve essere in possesso di veicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta o di veicoli con cilindrata superiore a 1.300 c o motoveicoli con cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei 3 anni precedenti la richiesta.

Requisiti social card: il nucleo familiare

Per ciò che riguarda le caratteristiche dei nuclei familiari che possono accedere alla carta acquisti 2013 in via sperimentale, si legge ne decreto che deve esserci almeno un componente di età inferiore ai 18 anni e hanno la precedenza le famiglie in possesso di almeno una di queste condizioni:

- disagio abitativo che accerta il comune,

- nucleo familiare composto da genitore solo e figli minorenni,

- nucleo familiare con 3 o più figli minorenni ovvero con due e in attesa del terzo,

- nucleo familiare con uno o più figli minorenni disabili.

Requisiti social card: la condizione lavorativa

Per ciò che riguarda invece i requisiti concernenti la condizioni lavorativi deve esserci l'assenza di lavoro per i membri di età attiva al momento della richiesta e almeno un componente del nucleo per il quale 3 mesi prima sia avvenuta la cessazione del rapporto di lavoro. E' possibile accedere alla social card 2013 anche quando un componente della famiglia sia lavoratore dipendente e percepisca redditi non superiori a 4mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari: arriva la "carta acquisti sperimentale", la social card riservata ai nuclei familiari con minori e in condizioni economiche disagiate

BariToday è in caricamento