Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Bari : il 6 luglio arrivano i saldi, ecco i consigli utili

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il 6 luglio scatta la corsa all'affare con i saldi estivi ecco i Consigli per i consumatori in vista di questo appuntamento :

  1. Di fronte a prezzi "superscontati" o ad offerte "incredibili" mantenete sempre la calma. E' proprio nelle occasioni di gran confusione come quella dei saldi che una lista della spesa "ragionata" vi può aiutare ad evitare acquisti superflui.
  2. Prima di un acquisto è consigliabile confrontare sempre le offerte di più punti vendita. Quella che già in precedenza era definita "offerta speciale", a fine stagione dovrà essere ulteriormente scontata. Perciò è preferibile fare acquisti nei negozi in cui avete avuto modo di verificare i prezzi in precedenza.
  3. • Sul capo in saldo devono risultare esposti: il prezzo originale non scontati, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale.
  4. negozi che nel resto della stagione accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici anche nel periodo dei saldi;
  5. Diffidate dei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati, fate invece riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo: sconti che superano il 50 o 60 per cento nascondono spesso merce non nuova;
    • Verificate che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio;
  6. • Diffidate dei capi di abbigliamento che non possono essere provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce;
  7. I prezzi ridotti non "riducono" anche i diritti dei clienti. Anche nel caso di prezzi superscontati, il cliente ha sempre diritto di ricevere merce priva di difetti. Qualora venga posto in vendita un articolo a prezzo scontato, perché imperfetto, tali imperfezioni devono essere indicate fatte presenti all'acquirente.
  8. l cliente può presentare reclamo anche in un momento successivo all'acquisto per qualsiasi vizio o imperfezione che non siano stati segnalati espressamente dal negozio. Il periodo entro il quale si può far valere la garanzia per eventuali difetti del prodotto è di due anni a partire dalla data dell'acquisto; il difetto va denunciato entro 60 giorni dalla sua scoperta. L'onere di provare che il difetto non era presente al momento della vendita, è a carico del venditore. Una volta denunciato il difetto, il consumatore ha tre possibilità: tenersi l'articolo difettoso, chiedendo una riduzione di prezzo, accettare una sostituzione con un capo privo di imperfezioni, insistere per avere la restituzione del prezzo pagato; non è obbligato ad accettare in nessun caso un buono.
  9. • Conservate sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa; qualora il commerciante non intenda cambiare un articolo difettoso in saldo o restituirvi i soldi rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso agli sportelli delle Associazioni dei Consumatori.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari : il 6 luglio arrivano i saldi, ecco i consigli utili

BariToday è in caricamento