Dalla sanità ai sistemi 'Smart city', il progetto Bari Matera 5G passa alla fase 2: "Copertura completa entro il 2019"

In Fiera il ministro Di Maio 'accende' la prima antenna standard del progetto realizzato da TIM, Fastweb e Huawei: una tecnologia "dalle infinite potenzialità", dalla pubblica sicurezza, al turismo, ai servizi per i pazienti,

Dai sistemi di 'Public Safety', come videosorveglianza in mobilità in grado di raccogliere in tempo reale i flussi video provenienti da più sorgenti, ai servizi per la sanità, con la possibilità per il paziente di inviare, grazie al 5G, i parametri vitali direttamente presso l’ospedale, ricevendo l'assistenza necessaria. Dalle nuove frontiere del turismo digitale, con le visite da remoto a siti e monumenti, ai servizi per le 'città intelligenti', come lo Smart Lighting per l'illuminazione. Sono solo alcuni dei possibili ambiti di applicazione della tecnologia 5G, illustrati questa mattina in Fiera nel corso della visita del Ministro dello Sviluppo economico e del lavoro Luigi Di Maio.

Il progetto Bari Matera 5G

Di Maio, nel corso della sua visita alla Campionaria, ha ufficialmente 'acceso' la prima antenna 5G in modalità standard del progetto Bari Matera 5G, realizzato da TIM, Fastweb e Huawei: un passo che segna l’avvio della seconda fase nell’ambito della sperimentazione promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico. BariMatera5G è il progetto con cui TIM, Fastweb e Huawei si sono aggiudicate congiuntamente il bando di gara del MISE per la sperimentazione della nuova tecnologia 5G nelle due città. Grazie ad un investimento complessivo di 60 milioni di euro in quattro anni, Bari Matera 5G prevede la copertura 5G del 75% della popolazione entro il 2018 e una copertura completa entro il 2019. La rete 5G realizzata a Bari e Matera consentirà - stando al progetto - una capacità trasmissiva 10 volte superiore a quella del 4G.

Dall'ambito Smart City alla sanità: gli ambiti di applicazione 

Tra i possibili impieghi della tecnologia, è stato presentato Smart Lighting, un sistema di illuminazione innovativo e sostenibile per il modello di “città intelligente”, sviluppato insieme ad Olivetti, che permette di minimizzare i costi dei consumi e della manutenzione degli apparati, riducendo sensibilmente l’impatto ambientale, grazie ad una piattaforma hardware e software dinamica e efficiente. In ambito Public Safety è stata illustrata la funzionalità di 5G e Wearable devices, il servizio realizzato per la videosorveglianza in mobilità in grado di raccogliere in tempo reale i flussi video provenienti da diverse sorgenti dislocate a terra (smartphone, encoder, videocamere, action-cam), a mare (encoder su imbarcazioni) ed in aria (encoder e smartphone su elicotteri ed encoder/payload su droni); si tratta di un’evoluzione del servizio Public Safety già oggi impiegato dalle principali Questure Italiane.Con l’applicazione di Virtual Reality il visitatore, dotato di un visore, è libero di esplorare da remoto i luoghi di principale interesse turistico (nel caso illustrato, Matera). Ma la nuova tecnologia permette anche applicazioni nel campo della sanità: in questo ambito è stato illustrato il progetto sviluppato per l’RCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, che consente di fornire assistenza presso il domicilio del paziente con l’invio, grazie al 5G, dei parametri vitali direttamente presso l’ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nuovi scenari digitali a vantaggio di tutti i cittadini"

"Il 5G rappresenta la tecnologia fondante in grado di offrire prestazioni senza precedenti che permetteranno lo sviluppo di nuovi scenari digitali a vantaggio di tutti i cittadini", ha dichiarato Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di TIM. "L’accensione della prima antenna a standard 3GPP qui a Bari segna un nuovo importante traguardo nel percorso di innovazione del progetto Bari Matera 5G che ha visto nel corso dell’anno l’attivazione del segnale di antenne pre-standard nelle due città e la presentazione delle prime concrete applicazioni di Realtà Virtuale e Industria 4.0, nonché di Public Safety, Smart City e Sanità 5.0", ha sottolineato Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb. "Siamo passati alla seconda fase del progetto, che vedrà la realizzazione di decine di siti entro l’anno, portiamo quindi il 5G sul territorio in modo più capillare – ha dichiarato Luigi De Vecchis, Presidente di Huawei Italia - Oggi accendiamo anche la rete “core” virtualizzata, cioè una rete mobile intelligente realizzata su un datacenter a Bari e che presenta praticamente tutte le funzionalità tecniche di rete del 5G, incluso a breve anche il “network slicing”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, seggi aperti: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento