A Bari torna a crescere il mercato delle case: +3,3% le transazioni nel primo semestre 2016

Compravendita di case a Bari: report semestrale a cura dell’Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Nel primo semestre del 2016, secondo quanto emerge dalle rilevazioni dell'Ufficio Studi Gabetti, presso le agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, il capoluogo barese ha mostrato segnali positivi per il mercato residenziale. La discesa dei prezzi registrata nel II semestre del 2015 (-3%) ha dato stimolo al mercato delle compravendite e, nel primo semestre, si è avuta una complessiva stabilità. Secondo quanto emerge dalle agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, i tempi medi, nel primo semestre 2016, sono stati intorno ai 5 - 6 mesi, con ampia variabilità a seconda delle zone e del rapporto qualità/prezzo. Gli sconti in sede di chiusura delle trattative sono stati intorno al 15%, ma anche in questo caso riscontriamo una forte variabilità: si parte da uno sconto medio del 10% per le soluzioni con prezzi già riallineati, fino a oltre il 20% nei casi in cui i prezzi siano distanti dall'attuale sentiment di mercato. Analizzando i dati relativi al 2015, secondo quanto riportato dall'Agenzia del Territorio, nel capoluogo si sono realizzate 2.570 transazioni residenziali, +17,6% rispetto al 2014. Nel resto della provincia, si sono rilevate 8.630 transazioni residenziali, +4,2% rispetto al 2014. Nel primo semestre del 2016 il totale è stato di 1.365 transazioni, +3,3%, rispetto allo stesso periodo del 2015. Elaborazione Ufficio Studi Gabetti su dati Agenzia del Territorio CENTRO Guardando alle diverse zone della città di Bari, il Centro conferma il suo appeal per il target con buona disponibilità, per prima abitazione o come investimento. Le quotazioni in Centro sono differenziate a seconda delle specifiche zone: nella parte della zona Murat più pregiata, Corso V. Emanuele, Via Andrea da Bari e Via Sparano e in zona Umbertina abbiamo i valori più elevati, che arrivano rispettivamente a 4.000 - 3.800 € al mq per il signorile ristrutturato a nuovo e sono su una media di 3.200 - 3.000 € al mq per il signorile in buono stato. Le soluzioni di particolare pregio possono distanziarsi dalle medie evidenziate. In zona Murat - Via De Rossi, Via Quintino Sella e Via Cairoli, il signorile in buono stato ha quotazioni inferiori, intorno ai 2.500 € al mq, mentre il signorile ristrutturato a nuovo di 3.100 € al mq. Sempre nel centro, la città vecchia presenta al suo interno situazioni molto differenziate: vi sono immobili signorili ristrutturati a nuovo con valori intorno ai 2.300 € al mq, ma anche immobili usati con valori di 800 - 1.200 € al mq per le soluzioni in buono stato di tipologia media ed economica. SEMICENTRO Spostandosi verso la zona semicentrale di Madonnella, siamo a 2.800 € al mq per il signorile nuovo / ristrutturato e a 2.100 € al mq per il signorile in buono stato. Le soluzioni di tipologia media hanno invece valori intorno ai 1.800 € al mq. In questa zona sono particolarmente apprezzate le soluzioni vista mare. La zona Libertà ha valori più elevati nella parte di via Manzoni, Via Ravanas, Cso Italia, Cso Mazzini: siamo a 1.600 - 2.300 € al mq rispettivamente per l'usato in buono stato di tipologia media e signorile. Nella parte della zona che comprende via Ettore Fieramosca, via Brigata Bari, per le stesse soluzioni siamo a 1.400-1.800 € al mq. In zona San Pasquale, dove si rilevano quotazioni differenti tra la parte alta e quella bassa: per l'usato medio in buono stato siamo a 1.800 € al mq nella parte bassa e a 2.200 € al mq nella parte alta. Come sottolinea Luigia Valenzano, titolare dell'Agenzia Gabetti Bari San Pasquale: "Nel primo semestre del 2016 abbiamo registrato un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente, in un contesto dove anche l'offerta è aumentata. La zona maggiormente richiesta è stata quella di San Pasquale alta, dove le tipologie più domandate sono i trilocali e quadrilocali da ristrutturare, per un budget di spesa medio rispettivamente di circa 170-220.000 € e 220-260.000 €. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono la presenza del posto auto, e possibilmente del giardino condominiale, oltre alla preferenza per i piani intermedi. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 6 mesi". In zona Picone le quotazioni sono risultate complessivamente stabili rispetto al primo semestre: il signorile usato in buono stato ha valori intorno ai 2.200 € al mq, mentre le soluzioni di tipologia media hanno quotazioni intorno ai 1.800 € al mq, qualora siano in buono stato e di 1.400€ al mq qualora siano da ristrutturare. In zona Carrassi, l'usato in buono stato varia dai 1.600 ai 2.200 € al mq in zona Carrassi alta, mentre abbiamo quotazioni più contenute ( 1.200 - 2.000 € al mq) nella parte bassa. Come sottolinea Giuseppe Petruzzi, dell'agenzia Professionecasa di Bari Carrassi: "Nel primo semestre 2016, abbiamo riscontrato un aumento delle compravendite, nella zona Carrassi. La tipologia maggiormente richiesta è il trilocale con budget entro i 150.000 €. Le vie più richieste da chi cerca casa sono nel quadrilatero all'interno di Via Giulio Petroni, Viale C.Vaticano II, Via Papa Giovanni XXIII e Via J.F Kennedy. Si registra un particolare interesse anche per Via Giovanni Laterza e Corso Benedetto Croce . Tra le caratteristiche più domandate dagli acquirenti si riscontrano la presenza dell'ascensore e del posto auto. I tempi medi di vendita sono intorno ai 3 mesi mentre gli sconti in sede di chiusura sono su una media del 10-12%". In zona di Poggiofranco le quotazioni per le soluzioni usate in buone condizioni variano dai 1.850 ai 2.500 € al mq, a seconda delle tipologie, con quotazioni intorno ai 3.600 € al mq per il signorile nuovo/ristrutturato. Come sottolinea Matteo Di Cosmo, titolare dell'Agenzia Grimaldi Bari Poggiofranco: "Nel primo semestre del 2016 abbiamo registrato un volume di compravendite in lieve crescita rispetto al semestre precedente, in un contesto dove l'offerta è rimasta sostanzialmente invariata. Le tipologie maggiormente richieste nella zona di Poggiofranco sono i trilocali e quadrilocali in buono stato, per un budget di spesa medio rispettivamente di circa 180-200.000 € e 220-240.000 €. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono la presenza dell'ascensore e del posto auto. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 7 mesi, mentre gli sconti medi in chiusura delle trattative sono stati del 10%". PERIFERIA In zona Japigia si sono registrate quotazioni stabili: l'usato medio in buono stato si attesta intorno ai 1.700 € al mq, mentre l'economico a 1.300 € al mq. I prezzi sono a 2.000 € al mq in caso di immobili di tipologia signorile, che arrivano a 2.800 € al mq in caso di soluzioni nuove/ristrutturate. Tra le zone più richieste si segnalano quella di via Magna Grecia e limitrofe, via D'Avanzo e la zona Polivalente. In zona Carbonara si sono avute quotazioni stabili, che si attestano per il medio in buono stato intorno ai 1.350 € al mq, mentre siamo a 1.850 € al mq in caso di immobili signorili. Le quotazioni si abbassano spostandosi verso Ceglie, anche in questo caso in diminuzione, 1.200 € al mq per il medio usato in buono stato, mentre a Loseto sono intorno ai 1.100 € al mq per le stesse soluzioni. Palese e S. Spirito si confermano zone particolarmente richieste per chi cerca soluzioni abitative semi o totalmente indipendenti con giardino. In questo caso vi è una preferenza per le soluzioni nuove/recenti. Santo Spirito presenta quotazioni stabili intorno ai 2.000 € al mq per il medio in buono stato, che salgono a 2.300 in caso di immobili signorili. Quotazioni lievemente inferiori in zona Palese, dove siamo a 1.900 € al mq per il medio in buono stato. In zona S. Girolamo - Fesca le quotazioni sono intorno ai 1.450 € al mq per le soluzioni usate in buono stato di tipologia media e a 1.750 € al mq in caso di soluzioni signorili.

Torna su
BariToday è in caricamento