rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Economia Bitonto

Nel deposito Amazon di Bitonto 85 operatori assunti dal 2020: "Sempre più strategico per la rete di distribuzione al Sud"

La struttura ha aperto le porte ieri a sindaco e vicesindaco di Bitonto per una visita. Altri 145 autisti - ha reso noto la società - sono stati assunti dai fornitori di servizi di consegna che collaborano con Amazon

Sono 85 gli operatori di magazzino assunti a tempo indeterminato da Amazon dal 2020, anno di apertura del deposito di Bitonto, a fronte di una stima iniziale di 20.  fornitori di servizi di consegna che collaborano con Amazon per il sito pugliese, inoltre, avrebbero assunto oltre 145 autisti. I dati sono emersi ieri nel corso della visita di Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto, del vice Sindaco della città metropolitana di Bari, Rosalba Camasta, Assessore alle politiche giovanili, e Angela Scolamacchia, Assessore all’edilizia e inclusione scolastica.

La nuova struttura - spiega l'azienda - ha consentito ad Amazon di potenziare ulteriormente i processi dell’ultimo miglio per la gestione degli ordini e della consegna ai clienti, in particolare nella provincia di Bari e nelle aree limitrofe. Il deposito di smistamento, che ha una superficie di 5.000 metri quadrati, ha già creato 85 posti di lavoro a tempo indeterminato per operatori di magazzino, superando le stime iniziali di 20. Inoltre, i fornitori di servizi di consegna di Amazon hanno assunto oltre 145 autisti a tempo indeterminato che ritirano gli ordini dal deposito e li consegnano ai clienti finali. Il centro di distribuzione Amazon e i nostri centri di smistamento più vicini spediscono gli ordini dei clienti al deposito di smistamento, qui i pacchi vengono caricati sui veicoli dei corrieri e infine consegnati ai clienti.

“Il deposito di Bitonto è il primo sito Amazon aperto in regione e il secondo in sud Italia, dopo quello di Arzano (NA). Hanno fatto poi seguito i depositi di Catania e Palermo. Questo centro risulta quindi assolutamente strategico per la nostra rete logistica nel Sud. Siamo felici di poter accogliere qui oggi le istituzioni e far vedere loro da vicino come lavoriamo” ha dichiarato Vito Bungaro. “In Amazon l’obiettivo non è solo quello di offrire un servizio efficiente, ma anche quello di implementare una rete logistica sempre più sostenibile e di offrire ai nostri dipendenti e al personale dei nostri fornitori terzi un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, con salari competitivi, benefit e ottime opportunità di crescita professionale”.

“Bitonto è diventata, negli ultimi anni, zona ZES ed unica Appea di Puglia, conoscendo un incremento di investimenti di piccole, medie e grandi imprese con un mercato immobiliare fortemente rivalutato. La presenza di Amazon è sinonimo di una scelta che premia questa crescita territoriale e ci rende più consapevoli di quello che possiamo ancora fare" ha commentato il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio.

Per quanto riguarda le retribuzioni, dal 2021, grazie all’incremento che rientra nel regolare aggiornamento salariale di Amazon, la retribuzione iniziale - ha reso noto l'azienda - è salita a 1.680 euro al mese, l'8% in più rispetto alla retribuzione standard fissata dal Contratto nazionale per il settore dei trasporti e della logistica. Inoltre, i dipendenti ricevono un pacchetto completo di benefit, tra cui un piano pensionistico e un’assistenza sanitaria, un'assicurazione medica e sulla vita ed eccezionali opportunità di carriera e di upskilling. Queste includono programmi innovativi come Career Choice, che fornisce ai dipendenti finanziamenti gratuiti per la formazione professionale e le tasse scolastiche fino a un valore di 8.000 euro per acquisire nuove competenze per supportarli nella loro carriera in Amazon o in occupazioni molto richieste in settori come quello manifatturiero, sanitario e dei trasporti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel deposito Amazon di Bitonto 85 operatori assunti dal 2020: "Sempre più strategico per la rete di distribuzione al Sud"

BariToday è in caricamento