Economia

Bollettini ICI, il chiarimento del Comune dopo le polemiche

Nei giorni scorsi le proteste dei cittadini preoccupati per i bollettini ICI inviati a casa dal Comune, e la polemica del primo cittadino sull'"italiano tecnico ai limiti dell'incomprensibilità" adoperato nelle lettere. Oggi il chiamento dell'assessore all'Economia Giannini

Nulla è cambiato rispetto all'anno scorso: l'ICI sulla prima casa è stata abolita e si paga soltanto se si ha una residenza diversa da quella casa stessa. Ad assicurarlo è l'assessore all'Economia e alle Politiche Abitative del Comune, Giovanni Giannini, che ha tenuto stamattina una conferenza stampa per rassicurare i cittadini baresi a proposito dei bollettini ICI inviati a casa dal Comune nei giorni scorsi. La novità importante che quelle lettere volevano comunicare è invece un'altra: dal 2011 la riscossione dei tributi sarà diretta e in sostituzione dei vecchi bollettini intestati 'Equitalia' si dovranno utilizzare i bollettini intestati al Comune come quelli inviati appunto in questi giorni.

Nonostante le "buone intenzioni" dell'amministrazione la ricezione della lettera aveva comunque messo in allarme decine di cittadini, che disorientati e preoccupati si erano rivolti all'Urp del Comune per chiedere chiarimenti. A peggiorare la situazione l'italiano burocratico adoperato nella lettera, sul quale era stato lo stesso sindaco Emiliano a polemizzare. "Le lettere sull'ICI - ha scritto ieri il primo cittadino in un messaggio postato su Facebook - sono scritte in un italiano tecnico al limite della incomprensibilità e per molti è stato necessario farsele spiegare da un commercialista. Quando si scrive ad un cittadino da parte del Comune si deve adoperare un linguaggio più chiaro". E dopo aver così bacchettato i funzionari del Comune, esprimendo la sua irritazione per non essere stato consultato sul testo della lettera da inviare, è stato Emiliano stesso a spiegare il vero significato di quella missiva:"Gli uffici - ha scritto il sindaco in un post successivo - avrebbero voluto darvi fondamentalmente due informazioni: 1) per versare l'ICI dovete adoperare il bollettino postale che vi è stato mandato in allegato; 2) fate attenzione perchè l'ICI si paga anche sulla prima casa se non avete la residenza in quella stessa casa".


Ma le polemiche e le preoccupazioni suscitate da quelle lettere hanno comunque reso necessario un chiarimento ufficiale da parte del Comune, arrivato oggi dall'assessore Giannini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettini ICI, il chiarimento del Comune dopo le polemiche

BariToday è in caricamento