rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia Bitritto

Brsi Bitritto, i 99 impiegati non dovranno trasferirsi a Catania: il giudice del lavoro dichiara illegittima la richiesta

Plauso dei sindacati per la decisione: dopo la cassa integrazione, per i lavoratori era stato imposto lo spostamento nell'azienda Misterbianco. Falcetta (Uil): "Ora tutelare i posti di lavori del sito di Bitritto e fare chiarezza sulle reali intenzioni dell’azienda rispetto al sito barese"

La vicenda della Brsi a Bitritto si conclude con la vittoria dei lavoratori. Come comunicato dalla Iulm, il giudice  del lavoro Vincenzo Tedesco ha disposto il blocco del trasferimento dei lavoratori dell'azienda a Misterbianco Catania, "trasferimenti ritenuti illegittimi e attivati palesemente con l’intento di procedere al licenziamento dei lavoratori" spiega il segretario generale della Uilm di Bari, Riccardo Falcetta. "Si tratta di una sentenza storica per tutti i lavoratori vittima di questo genere di operazioni - aggiungono Gigia Bucci, segretaria Generale Cgil Bari e Ciro D’Alessio, segretario generale Fiom Cgil Bari - Ora inizia il lavoro più importante, quello di costruzione con le istituzioni di un percorso per fare in modo che l’occupazione resti nel nostro territorio che può esprimere moltissimo in termini di competenze dei lavoratori, proprio in virtù delle sfide che andremo ad affrontare".

"La prima battaglia è stata vinta – conclude Falcetta – ora ne comincia un’altra, altrettanto importante, per tutelare i posti di lavori del sito di Bitritto e fare chiarezza sulle reali intenzioni dell’azienda rispetto al sito barese: disperdere tante professionalità sarebbe assurdo e inconcepibile, ci auguriamo che prevalga il buonsenso e che si trovi una strada all’insegna della continuità produttiva, utile a salvaguardare i livelli occupazionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brsi Bitritto, i 99 impiegati non dovranno trasferirsi a Catania: il giudice del lavoro dichiara illegittima la richiesta

BariToday è in caricamento