menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Futuro incerto per i lavoratori della casa di riposo 'Vittorio Emanuele II': "La Regione faccia chiarezza"

L'Usb annuncia un nuovo sciopero: "Avviate le procedure di mobilità e riduzione oraria, da mesi solo acconti sugli stipendi"

Uno sciopero per chiedere alla Regione e al Commissario della ASP riunite Terra di Bari chiarezza sul futuro della casa di riposo 'Vittorio Emanuele II' di via Napoli. A sostenere la nuova mobilitazione, prevista per il 9 gennaio, il sindacato Usb, al fianco dei lavoratori della struttura gestita dalla cooperativa sociale Progetto Vita, affidataria per conto dell’ASP riunite Terra di Bari. 

La cooperativa, spiega l'Usb in una nota, "ha avviato le procedure di messa in mobilità e riduzione oraria e che ormai da mesi, non eroga ai Lavoratori le reali spettanze ma solo degli acconti. A seguito delle legittime denunce da parte dei Lavoratori e del mancato incontro tra le OO.SS. e la cooperativa previsto per lo scorso 29 Dicembre, la cooperativa sta recapitando, in questi giorni, i provvedimenti di trasferimento del personale dalla sede di Bari alla sede di Monopoli, mettendo in grande difficoltà il personale coinvolto".

La cooperativa in questione - ricorda l'Usb - gestisce questa attività per conto della ASP riunite Terra di Bari, gestione commissariale della Regione Puglia: di qui l'invito alla Regione a "chiarire definitivamente cosa intende fare di queste strutture", dal momento che - riferisce ancora il sindacato - la casa di riposo di Via Napoli sarebbe stata messa all'asta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento