Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia Carrassi / Via Giuseppe Capruzzi

Case di Cure Riunite, gli ex dipendenti in protesta davanti al Consiglio regionale

Sit-in in via Capruzzi per protestare contro il "disinteresse della classe politica regionale" nei confronti della loro situazione: dopo sette mesi dalle ultime promesse fatte, i lavoratori sono ancora in mobilità e vivono con poco più di 400 euro al mese

Una manifestazione davanti alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi per ricordare alla politica regionale la loro drammatica situazione, di lavoratori in mobilità costretti da quasi 18 anni a vivere con poco più di 400 euro (420 per la precisione) al mese. Sono gli ex dipendenti delle Case di Cura Riunite, che a sette mesi dall'ultima protesta e dalle promesse ottenute dalla Regione, sono ritornati oggi in strada per denunciare che da allora nulla è cambiato, e che nessuna promessa è stata mantenuta. In circa 400 hanno dato vita ad un corteo che da piazza Umberto è giunto fin sotto la sede del Consiglio regionale.

La richiesta dei lavoratori è una soltanto: essere ricollocati, poter tornare a lavorare e guadagnare, uscire da quel limbo in cui vivono da un tempo davvero troppo lungo. "Nessuna 'promessa' - si legge nel comunicato diffuso dai lavoratori - è stata mantenuta. La disoccupazione adulta - si evidenzia - è un fenomeno sociale che sconvolge la vita delle persone, e ne devasta le famiglie; gli ex Ccr muoiono di fame con 420 euro al mese, insufficienti ad assicurare a sé e alle famiglie un'esistenza libera, famiglie che vivono nell'indigenza assoluta private della loro dignità". "Chiediamo a Vendola e all'intero Consiglio regionale - dicono - come si può vivere con 420 euro al mese?". "La politica, comodamente seduta sulle proprie poltrone vellutate, si dimentica dei bisogni e delle esigenze primarie della povera gente, costretta - concludono gli ex dipendenti delle Ccr - a fare i conti con i mutui, le bollette da pagare, gli sfratti e i pignoramenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case di Cure Riunite, gli ex dipendenti in protesta davanti al Consiglio regionale

BariToday è in caricamento