Martedì, 3 Agosto 2021
Economia

Certificazione dei prodotti arabi, siglata l'intesa Camera di Commercio-Halal

Obiettivo dell'iniziativa aprire il settore dell'agroalimentare pugliese alla fetta di consumatori di fede islamica

Aprire il settore dell'agroalimentare pugliese alla fetta di consumatori di fede islamica, che in Italia supera i quattro milioni di persone; ma anche fare avvicinare i cittadini pugliesi ai prodotti provenienti dai Paesi arabi, in tutta sicurezza. Sono alcuni degli obiettivi del protocollo di intesa siglato oggi a Bari tra la 'Samer', il laboratorio della Camera di commercio che si occupa di analisi chimiche e merceologiche, e la 'Halal international autority' ('Hià), organismo indipendente riconosciuto dalle associazioni di consumatori e dalle autorità religiose islamiche. Il protocollo è stato firmato dai presidenti del 'Samer', Giuseppe Margiotta, e di 'Hia', Sharif Lorenzini. Quest'ultimo ha sottolineato che "per un islamico è molto importante essere sicuro dell'integrità del cibo che mangia, per questo sono molto contento che il Samer diventi il braccio operativo di Halal, soprattutto considerando che solo nella provincia di Bari ci sono 100.000 islamici". Soddisfatto anche Margiotta che considera l'intesa "coerente con l'attitudine della nostra terra all'accoglienza: a Bari ci sono circa 4.000 famiglie di fede islamica: con questo protocollo - ha concluso - avvicineremo le nostre culture e daremo una spinta significativa al nostro sistema produttivo".
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certificazione dei prodotti arabi, siglata l'intesa Camera di Commercio-Halal

BariToday è in caricamento