menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eataly chiude definitivamente i negozi di Bari e Forlì. Quale futuro per gli 80 dipendenti? I sindacati: "Doccia fredda"

La conferma alle voci che circolavano negli scorsi giorno è arrivata dall'azienda con una nota. "La priorità oggi riguarda la situazione del personale e lavorare con le organizzazioni sindacali in modo fattivo e collaborativo per ridurre gli impatti di stabilità reddituale sul personale dei due negozi" spiegano

La notizia, anticipata negli scorsi giorni dai sindacati, ha ricevuto la conferma: il negozio di Eataly in Fiera a Bari non riaprirà neanche dopo la pandemia. Le chiusure programmate hanno coinvolto anche lo store di Forlì, lasciando di fatto senza un futuro professionale in tutto 80 dipendenti. 

"La decisione è maturata su fattori di contingenza locale aggravati dalla pandemia. I piani di sviluppo di Eataly restano confermati - la spiegazione dell'azienda - Bari e Forlì sono gli unici negozi che non verranno riaperti, e la priorità oggi riguarda la situazione del personale e lavorare con le organizzazioni sindacali in modo fattivo e collaborativo per ridurre gli impatti di stabilità reddituale sul personale dei due negozi".  Il punto vendita di Bari era stato aperto nel 2013 nell'area della Fiera del Levante, quello di Forlì nel 2014 in un palazzo storico della città come una costola dell'azienda principale, Romagna Eataly, proprietà al 50% di Farinetti e il restante della famiglia Silvestrini, fondatori di Unieuro. Dura la reazione dei sindacati, tra cui la Filcams Cgil che parla di "doccia fredda" e chiede che sia tutelata l'occupazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento