menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiude H&M in via Sparano, l'appello dei lavoratori a Emiliano e Decaro: "A rischio il futuro di 50 famiglie, aiutateci"

I dipendenti dello store barese chiedono a presidente della Regione e sindaco di farsi promotori "per l’avvio di un tavolo di concertazione e ogni altra iniziativa per salvaguardare i posti di lavoro". I sindacati: azienda revochi la decisione

Dopo tredici anni di attività del punto vendita, sono circa cinquanta i lavoratori dello store H&M in via Sparano che rischiano di ritrovarsi senza un lavoro. La notizia, giunta inaspettata nel pomeriggio dello scorso 24 aprile, ha scatenato le proteste dei lavoratori e dei sindacati, che hanno chiesto subito un incontro alla direzione aziendale, auspicando un ritiro della decisione annunciata.

I dipendenti dello store, in attesa di un nuovo confronto con l'azienda che dovrebbe tenersi in videoconferenza martedì prossimo, hanno scritto una lettera chiedendo aiuto al presidente della Regione, Michele Emiliano, e al sindaco di Bari, Michele Emiliano.

"Vorremmo sottoporre alla Vostra attenzione la seguente situazione, il perdurare degli effetti del blocco economico di questi giorni - spiace constatare – hanno portato nel tardo pomeriggio del 24.04 la nota azienda operante nel settore dell’abbigliamento meglio nota con il brand H&M alla chiusura del punto vendita presente ormai da tredici anni in H&M a Bari.

Notizia, appresa da noi cinquanta e più lavoratori come una doccia fredda, del tutto inaspettata poiché ricevuta in occasione di una call conference con la quale immaginavamo invece ricevere le istruzioni per l’apertura dello store in occasione della c.d. “fase 2”. Invece, ecco la decisione di H&M di chiudere il punto vendita di Via Sparano è divenuta di dominio pubblico, grazie ai comunicati delle Organizzazioni Sindacali Filcams CGIL BARI e Uiltucs Puglia che, stigmatizzando la decisione dell’azienda, chiedono alla stessa un incontro urgente per risolvere il grave stato di crisi occupazionale, che si determinerebbe con la chiusura definitiva dello store “H&M”.

Chiediamo al #Sindaco della nostra Città e al #Presidente della Regione PUGLIA, di potersi fare promotore e parte attiva per l’avvio di un tavolo di concertazione ed ogni altra iniziativa per salvaguardare i posti di lavoro e quindi il futuro di più cinquanta famiglie, che già dal prossimo mese vedranno cadere nel baratro della probabile cassa integrazione e della preannunciata perdita del posto di lavoro la propria serenità e le certezze costruite con impegno sacrifici e professionalità spese a servizio della società H&M.

La #sicurezza di un posto di lavoro ha spinto noi tutti a prendere impegni e a contrarre mutui, per poter realizzare progetti e costruire il futuro delle nostre famiglie, che già da domani sarà incerto non potendo praticamente più onorare gli impegni assunti, comportando sconforto e apprensione per quel futuro che inevitabilmente sarà difficile e drammatico al pari di quello di altre realtà già a Voi ben note e che Vi hanno visto coinvolti in questi anni.

Certi che in relazione all’ oggetto, Voi e le rispettive Amministrazioni prendiate i dovuti provvedimenti, vi ringraziamo anticipatamente per la vostra preziosa attenzione e per il tempo che dedicherete a questa situazione e vi chiediamo di poterci convocare quanto prima".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento