menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C'è speranza per i 50 lavoratori di H&M: "Problemi legati all'affitto. Dialogo tra impresa e proprietari per scongiurare chiusura"

In giornata si è tenuto l'incontro tra i sindacati e i proprietari del marchio d'abbigliamento in Italia. Tra i temi affrontati, anche la possibile riapertura dello store a Bari. Zimmari: "Canale aperto grazie all'intervento del sindaco Decaro"

Se la saracinesca di H&M a Bari si dovesse rialzare, scongiurando il pericolo di licenziamento per i 50 dipendenti dello store in via Sparano, sarà legato a un eventuale accordo con il Comune riguardo all'affitto del locale. È quanto emerso dall'incontro odierno in videoconferenza con i proprietari del marchio a livello nazionale e le sigle sindacali. Due i nodi toccati: il protocollo di sicurezza in vista della riapertura a livello nazionale a maggio inoltrato in vista dei nuovi provvedimenti annunciati dal Governo Conte e la questione dello store a Bari.

Zimmari (Uiltucs): "L'intervento del sindaco ha aperto un dialogo tra impresa e proprietari"

La notizia della chiusura dello store nel capoluogo è stata una doccia fredda per clienti e lavoratori, decisione legata appunto alla congiuntura tra l'alto costo dell'affitto del locale nel quartiere Murattiano e lo stop forzato derivato dai provvedimenti Covid. "Le novità emerse oggi durante l'incontro sono positive  - assicura Giuseppe Zimmari, segretario generale Uiltucs Puglia - L'intervento del sindaco di Bari, Antonio Decaro, che ha aperto un canale di negoziazione tra impresa e proprietari del locale in via Sparano potrebbe portare a una rivisitazione da parte aziendale sulla riapertura del negozio a Bari, scongiurando possibili licenziamenti.

Le proposte del Comune per far ripartire il commercio nel post lockdown

Insomma c'è speranza per le famiglie dei 50 dipendenti dello store, attualmente in cassa integrazione. "Attendiamo ora di sapere se eventualmente gli ammortizzatori sociali, attualmente previsti per il 12 maggio, saranno estesi su decisione del Governo. Quel che importa è assicurare un reddito a chi improvvisamente si è trovato in cassa integrazione, con il rischio di non tornare più a lavorare". I segnali arrivati durante la conferenza sono però di speranza e altre novità sulla questione potrebbero arrivare la prossima settimana, quando è prevista sia la riunione dei sindacati con la task force regionale sul tema ("Era in programma il 6 maggio, ma la faremo slittare di qualche giorno così da avere tutti gli elementi utili ad affrontare il problema alla luce delle novità emerse oggi" assicura Zimmari, sia un nuovo incontro con i responsabili di H&M in Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento