Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Cisl Fisascat Bari - Boccuzzi : "Proclamiamo lo stato di agitazione del personale del Bar Savoia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La Cisl FISASCAT di Bari annuncia attraverso un comunicato del segretario generale Giuseppe Boccuzzi lo stato di agitazione del personale occupato presso il Bar Savoia, in considerazione del dramma imminente che interesserà i 15 lavoratori dipendenti e le loro famiglie, che potrebbero vedersi privare della loro unica fonte di sostentamento da una eventuale sentenza sfavorevole del TAR ( attesa per il 17 ottobre) nei confronti della Società Al Savoia, detentrice del suddetto locale, vista l'ordinanza di chiusura decretata con una determinazione assai poco sopportabile da un punto di vista sociale, da parte degli uffici comunali di Bari.

"Da tempo, la Cisl Fisascat - dice Boccuzzi - sta segnalando il disfacimento del tessuto commerciale, soprattutto della piccola e media impresa, privata di ogni forma di sostegno o di governance strategico del settore per una latitanza politica evidente.

Tale vuoto, ovviamente non può far avanzare una burocrazia soffocante che non lascia spazio a concetti di mediazione per salvaguardare il bene sociale per eccellenza "il lavoro e l'impresa".

L'episodio - si legge sul comunicato -del Bar Savoia è emblematico di questa situazione, dalle cui conseguenze potrebbero venire colpiti successivamente oltre 650 esercizi commerciali in tutta la nostra città, con una conseguente ecatombe di posti di lavoro, senza che per questo né l'Amministrazione Comunale di Bari, né la Regione Puglia, intervengano per valutare ogni possibile soluzione che non sia quella esclusiva delle aule dei tribunali, dove muore la politica e cessa il ruolo delle parti sociali.

La storicità dell'insegna Bar Savoia nella nostra città e nell'immaginario collettivo di luogo di incontro sociale, la perdita di 15 posti di lavoro, devono senza indugio trovare una risposta soprattutto politica, non lasciando certamente e volutamente solo il sindacato a dare speranze e futuro alle famiglie di questi lavoratori.

"Volutamente non siamo entrati nel merito - conclude il segretario generale Cisl Fisascat di Bari - delle valutazioni amministrative dei provvedimenti di legge contestati, lasciando ad altre sedi il giudizio sulla legittimità degli atti, per cui ci impegneremo ad un'azione di sostegno sindacale per questa dolorosissima vicenda occupazionale che ci vedrà sicuramente impegnati nei prossimi giorni in forme di lotta sindacale incisive e di visibilità massima non escludendo un sit-in permanente sotto il Palazzo di Città H24 con tutte le famiglie dei lavoratori qualora dovesse verificarsi una chiusura dell'esercizio per contrastare quella che potremmo definire una vera e propria sciagura sociale per questa città. "

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl Fisascat Bari - Boccuzzi : "Proclamiamo lo stato di agitazione del personale del Bar Savoia"

BariToday è in caricamento