Cisl Fp Bari, Miulli all’avanguardia per gli aspetti tecnologici, ma attenzione alle risorse umane: la contrattazione deve proseguire anche a distanza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Un’attenzione sempre più crescente alle risorse organizzative, cognitive e umane. È quanto auspica la Cisl FP per l’Ente Ecclesiastico Ospedale Miulli, all’avanguardia per l’integrazione delle proprie tecnologie nell’implementazione della diagnostica oncologica, attraverso l’acquisizione della PET, e nel percorso per l’attivazione con la LUM della nuova Facoltà di Medicina e Chirurgia. La necessità, sottolineata dal Segretario Aziendale Cisl FP Bari Leopoldo Fortunato in una comunicazione inviata nei giorni scorsi al Miulli di Acquaviva delle Fonti, infatti, è quella che il vuoto nelle relazioni sindacali, intervenuto durante l’anno 2020 e certamente influenzato dall’emergenza sanitaria da pandemia Covid-19, sia colmato come già avvenuto in altre realtà di settore, dalla contrattazione decentrata nel rispetto delle corrette relazioni sindacali e da incontri tenuti nel rispetto del distanziamento sociale, anche attraverso le modalità a distanza in videoconferenza, al fine di garantirne la continuità. Sono tanti, infatti, i dipendenti dell’Ente in attesa di risposte, anche in riferimento alle numerose istanze prodotte dalla Cis FP, urgenti soprattutto riguardo alla tematica relativa all’attribuzione delle fasce economiche.

Torna su
BariToday è in caricamento