Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Benzinai, confermato lo sciopero. Distributori chiusi dall'8 al 10 novembre

Sarà il primo di una serie di scioperi annunciati dai sindacati di categoria per i prossimi tre mesi. La serrata degli impianti avrà inizio alle 19 di martedì 8 novembre ed interesserà sia le autostrade che la viabilità ordinaria

Lo sciopero dei distributori di benzina preannunciato dai sindacati di categoria nelle scorse settimane ci sarà. A partire dalla serata di martedì 8 novembre fino alle prime ore di venerdì 11 novembre gli impianti resteranno chiusi per protestare contro il mancato intervento del governo a favore degli operatori del settore.

Sarà solo la prima di una serie di serrate annunciate dai sindacati per i prossimi tre mesi, per un totale di 15 giorni di protesta che rischiano di provocare gravi disagi ai cittadini.

La decisione è stata annunciata oggi, al termine dell'incontro tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico con il sottosegretario Stefano Saglia. I sindacati denunciano di non aver avuto risposta ''né rispetto alla riforma della distribuzione carburanti tesa ad aumentare competitività ed efficienza del sistema, per abbattere sensibilmente i prezzi dei carburanti; né rispetto alla soppressione nel provvedimento di deduzione forfettaria che riconosceva alla categoria il ruolo di sostituto di imposta, nell'incassare e riversare nelle casse dello Stato, a proprie spese e a costo della stessa incolumità personale, circa 38 miliardi di euro all'anno tra accise ed IVA''.

Proprio martedì prossimo, 8 novembre, si terrà un nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo economico per cercare un accordo, ma per ora la protesta resta confermata. Lo sciopero avrà inizio a partire dalle ore 19 dell'8 e fino alle 7 dell'11 novembre sulla viabilità ordinaria, e a partire dalle ore 22 dell'8 e fino alle 6 dell'11 novembre  sulle autostrade.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benzinai, confermato lo sciopero. Distributori chiusi dall'8 al 10 novembre

BariToday è in caricamento