menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Politecnico di Bari si riorganizza: smart working per i dipendenti e lezioni on line

Le misure previste dal decreto del rettore Cupertino: dal 9 marzo attività didattiche telematiche, via libera anche al lavoro a distanza per il personale

Il Coronavirus non ferma le attività del Politecnico di Bari. Come già avvenuto in altre zone d'Italia e come sta avvenendo anche nelle scuole, dopo la chiusura disposta in via precauzionale dal governo, anche il Politecnico barese risponde all'emergenza con una riorganizzazione che consenta, per quanto possibile, la prosecuzione delle attività.

Nella giornata di ieri il Rettore Francesco Cupertino ha emanato un decreto contenente le “misure del Politecnico di Bari in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 2019” e il regolamento “Smart working o lavoro agile per il personale tecnico amministrativo e bibliotecario”. 

Lezioni online e ricevimento telematico: le misure per gli studenti

Per quanto riguarda lezioni ed esercitazioni per gli studenti (sospese come disposto dal governo fino al 15 marzo 2020), da lunedì 9 marzo 2020, per quanto possibile, il Politecnico attiverà le attività didattiche con modalità a distanza. Sul sito web del Politecnico saranno pubblicate le informazioni per seguire i corsi on line, così come le informazioni aggiornate e tempestive su eventuali nuove misure, se necessarie. In corso di valutazione la possibilità di adottare procedure di svolgimento telematiche anche per gli esami. Stop a tutte le attività di tirocinio e didattiche di laboratorio presso i locali del Politecnico di Bari fino al 15 marzo, così come sono sospese fino a fino marzo le sedute di laurea. Il ricevimento di studenti e tesisti proseguirà intanto "per via telematica", così come gli utenti potranno usufruire dei servizi erogati dagli Uffici contattando il personale telefonicamente o via e-mail. Prevista a breve l'attivazione di modalità di virtualizzazione degli uffici, che saranno pubblicate sul sito web istituzionale. 

Ok allo smart working per il personale

Via libera anche regolamento per lo smart working. Previo accordo tra i lavoratori e l’amministrazione, è prevista la possibilità di prestare servizio all'esterno della sede di lavoro, senza una postazione fissa, per tutte le attività che non richiedono una costante permanenza nella sede di lavoro, monitorabili e che possono essere espletate con i mezzi informatici. Lo Smart Working è rivolto a tutto il personale ma, in via preferenziale, a chi si trovi in una delle situazioni indicate nella direttiva n.1/2020 del ministro della Pubblica amministrazione, ovvero lavoratori con patologie che li rendono maggiormente esposti al contagio, documentata con certificazione di medici di struttura pubblica; lavoratori che si usano servizi pubblici di trasporto per raggiungere la sede di lavoro; lavoratori che sono costretti a farsi carico della cura dei figli, a causa dell’eventuale sospensione dei servizi di asilo nido e di scuola dell’infanzia; lavoratori che fruiscono dei permessi previsti dalla legge 104 del 1992, nonché lavoratori sui quali grava la cura di parenti e affini affetti da patologie che potrebbero aggravarsi in caso di esposizione ad agenti patogeni come il COVID-19.

Cupertino: "Chiamati a fare squadra, ne usciremo più forti di prima"

«Siamo determinati – commenta il rettore Cupertino – a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità, senza allarmismi, per tutelare la salute dei nostri studenti e dei nostri dipendenti. Allo stesso tempo, dobbiamo guardare avanti e continuare a svolgere ogni giorno, nei limiti del possibile, la nostra attività di formazione, ricerca e sostegno allo sviluppo del territorio. Stiamo vivendo tutti un momento di grande prova – aggiunge il rettore – che ci chiama più che mai a fare squadra, dimostrando di essere una comunità unita e consapevole del proprio ruolo, certi che ne usciremo più forti di prima». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento