menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#compranellatuacittà, l'appello per rilanciare il commercio di prossimità: "Aiutiamo i piccoli esercenti"

La campagna lanciata da Confesercenti Terra di Bari in vista della riapertura dei negozi, fissata al 18 maggio. Intanto le attività si preparano alla ripartenza, con la dovuta attenzione alle misure di sicurezza

Dal 18 maggio tutte le attività commerciali chiuse durante l'emergenza Coronavirus potranno tornare ad alzare le saracinesche. Una ripartenza tanto attesa quanto difficile, visti i pesanti contraccolpi economici legati ai due mesi di stop forzato. 

Per supportare i piccoli negozi nella riapertura, Confesercenti lancia la campagna #compranellatuacittà: un modo per rilanciare il commercio di prossimità, invitando i consumatori a scegliere le attività commerciali vicino casa.

"Le imprese dei Comuni dell’Area Metropolitana di Bari dunque già scaldano i motori per rimettere a correre l’economia, senza trascurare i dispositivi di sicurezza", spiega Raffaella Altamura, Presidente di Confesercenti Terra di Bari. "Il lavoro dell’associazione, durante l’emergenza Covid 19, è stato molto impegnativo al di là di ogni nostra previsione e mai avremmo pensato di affrontare una situazione così difficile e delicata", prosegue Altamura. L'associazione, ricorda, "ha affiancato in questo periodo di lockdown le imprese che hanno continuato a lavorare, in sicurezza, per fornire alla collettività un servizio in linea con le disposizioni istituzionali, ma ha sostenuto anche quelle che sono state costrette a sospendere le proprie attività senza fare alcuna distinzione tra associate e non alla Confesercenti, attivandosi per creare una rete territoriale in grado di fornire ai più piccoli esercizi commerciali il supporto tributario e giuslavorista necessario, e per semplificare i numerosi provvedimenti diffusi dalle Amministrazioni comunali, regionale, dalla Prefettura, che contenevano regole sempre nuove e spesso poco chiare".

"Sin dall’emergere dello stato di emergenza, abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo di crisi che pianificasse il rilancio del commercio di prossimità, ad ogni livello, contribuendo – in alcune circostanze - a sciogliere i controversi nodi che emergevano man mano che trascorrevano le settimane della quarantena e consentisse ad alcune attività, ritenute necessarie, di poter ripartire anticipatamente. Ci siamo occupati anche dei rapporti tra banche e imprese per l’accesso al credito. La strada è tutta in salita, ma è giunto il momento della rinascita. Le imprese continueranno a ricevere il nostro sostegno per lasciarci alle spalle questo momento il più in fretta possibile", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento