menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Troppe tasse e politiche sbagliate", agricoltori in piazza a Bari

Davanti alla Prefettura la manifestazione organizzata da C.I.A. (Confederazione italiana agricoltori), Confagricoltura, e Alleanza delle Cooperative settore agroalimentare per richiamare all'attenzione sul momento di grave crisi

Un settore in profonda crisi, in cui sempre più aziende sono costrette a chiudere, ridotte allo stremo da tasse e politiche inadeguate. E' quanto denunciano gli agricoltori pugliesi, che questa mattina sono scesi in piazza a Bari per dare vita ad un sit-in di protesta organizzato da C.I.A. (Confederazione italiana agricoltori), Confagricoltura, e Alleanza delle Cooperative settore agroalimentare (Legacoop, Confcooperative, Agci ), insieme a Copagri Puglia.

Circa 600 i manifestanti che si sono riuniti in piazza Libertà, davanti alla Prefettura, con l'intento - spiegano gli organizzatori - di "riportare l'attenzione del Governo nazionale e regionale, della rappresentanza politica e dei cittadini sui tanti problemi irrisolti del settore agricolo e agroalimentare, che nonostante tutto continua a rappresentare uno dei principali "motori" dell'economia italiana in termini di reddito prodotto e occupazione".

Al termine del sit-in i manifestanti hanno consegnato un documento in cui sono elencate le 13 'emergenze' da affrontare nel settore agricolo: tra queste spiccano la "tanto contestata" Imu agricola, la dotazione di gasolio agricolo alle aziende, la Pac, l'emergenza Xylella. Il prefetto, ha riferito la delegazione ricevuta da Nunziante, si è impegnato a farsi portavoce delle istanze del settore presso il governo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento