Economia

Crolla la produzione di olio extravergine pugliese, l'allarme di Coldiretti: "Previsto minimo storico di 87 tonnellate"

I dati, presentati dalla confederazione a Roma durante Giornata Nazionale dell'extravergine italiano, confermano la diminuzione del 58 per cento

La produzione dell'olio pugliese subisce un crollo del 58 per cento. A spiegarlo è Coldiretti Puglia, che in occasione della Giornata Nazionale dell'extravergine italiano a Roma, ha presentato i dati che mostrano un peggioramento del comparto, che - secondo le previsioni - potrebbe raggiungere il minimo storico di 87 tonnellate.

La Puglia si conferma comunque la principale regione di produzione, nonostante l'ondata di maltempo dell'inverno e dell'estate e degli effetti delle gelate di febbraio e marzo che hanno arrecato danni ingenti nella fase della fioritura. "Le province di Bari, BAT e Foggia per colpa delle gelate contano i danni di un inverno disastroso - spiega il presidente, Gianni Cantele - mentre la provincia di Lecce paga gli effetti della Xylella, con un danno stimato pari a oltre 1 miliardo".

L'effetto del crollo della produzione dell'olio extravergine potrebbe essere l'aumento delle importazioni dall'estero, "perché al danno si aggiungerebbe la beffa di sofisticazioni e contraffazioni" conclude Cantele.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla la produzione di olio extravergine pugliese, l'allarme di Coldiretti: "Previsto minimo storico di 87 tonnellate"

BariToday è in caricamento