Delle Noci (Filca Cisl): “L’ennesimo incidente ad Altamura, che non può lasciare indifferenti le istituzioni”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

“L’edilizia, purtroppo, si conferma uno dei settori più pericolosi, e tutti i soggetti interessati hanno il dovere di intervenire per evitare il ripetersi di incidenti  come quella di Altamura”.

Lo ha dichiarato Antonio Delle Noci, segretario generale della Filca-Cisl di Bari, commentando l’incidente nel cantiere in piazza Zanardelli, mentre un operaio 52enne di Noci era intento in alcune attività presso il Liceo classico "Cagnazzi" di Altamura. L'uomo a quanto pare, ieri era al primo piano dello stabile dove sono in corso dei lavori di manutenzione straordinaria e stava effettuando delle pitturazioni. Era su una scala. E sarebbe caduto da un'altezza di circa quattro metri e mezzo urtando violentemente la testa sul pavimento. “L’uomo sarebbe in gravi condizioni e noi – aggiunge Delle Noci – preghiamo perché lui e per la sua famiglia”

 “La nostra richiesta – ha spiegato Delle Noci – ribadiamo ancora una volta è di replicare quanto di buono fatto a Santeramo in Colle, Comune che ha sottoscritto il protocollo sulla sicurezza che prevede maggiori controlli nei cantieri. Inoltre a livello nazionale insistiamo sulla riforma delle pensioni, per prevedere flessibilità in uscita per gli edili, e su un ruolo maggiore affidato alla bilateralità, con un impiego più efficace del personale del Cpt, oltre alle importanti funzioni svolte dagli Rlst, i nostri rappresentanti per la sicurezza”, ha concluso il segretario generale della Filca di Bari.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento