rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Economia

Bari 'sblocca' il Documento Strategico del Commercio, le associazioni di categoria non si fermano: "E' solo un primo passo"

Oltre 200 pagine di regolamenti, norme e altri dettami rivolti a tutti gli operatori, dai più piccoli ai più grandi, senza dimenticare le differenti esigenze dei mercatali. Le associazioni di categoria, nell'analizzare il Documento, oscillano tra soddisfazione e attesa

Riordinare e riorganizzare, recepire le istanze degli operatori e della città per trovare una sintesi: il Documento Strategico del Commercio per il Comune di Bari, approvato dopo una maratona notturna in Consiglio comunale all'alba di martedì 17 ha completato la sua lunghissima e travagliata genesi, cominciata circa 4 anni fa. Un percorso ad ostacoli, rallentato ulteriormente da questi due anni di pandemia, la cui conclusione, come spesso accade in questi casi, soddisfa alcuni, lasciando allo stesso tempo una scia di polemiche sui ritardi e su quanto si sarebbe potuto fare per rilanciare un settore in bilico tra segnali di crisi (sempre più evidenti) e opportunità.

Oltre 200 pagine di regolamenti, norme e altri dettami rivolti a tutti gli operatori, dai più piccoli ai più grandi, senza dimenticare le differenti esigenze dei mercatali. Le associazioni di categoria, nell'analizzare il Documento, oscillano tra soddisfazione e attesa: "Partiamo da una considerazione - ha spiegato la presidente di Confesercenti Terra di Bari, Raffaella Altamura -, ovvero che il Documento Strategico del Comune parte da lontano. E' un importante salto di qualità normativo per un comune grande come Bari. La struttura che è stata composta riteniamo sia un buon prodotto per regolamentare il commercio al dettaglio, la grande distribuzione e, ad esempio, le metrature. Si tratta, inoltre, di decisioni che recepiscono una normativa regionale. E' stato un lavoro complesso che giudico positivo". Il Dsc, però, è solo un punto di partenza per una svolta attesa da tempo, la realizzazione del Distretto Urbano del Commercio: "Sarà - rimarca Altamura - il luogo dove pubblico, amministrazione e associazioni di settore potranno elaborare strategie per guidare il commercio. Un vero e proprio incubatore nel quale concretizzare idee e proposte. Ora che c'è il Documento strategico, il Comune di Bari ha gli strumenti giuridici per accedere ai bandi regionali e avviarlo".

E un invito a non fermarsi con il Dsc arriva anche da Fiva Concommercio: "Per ora - afferma a BariToday il presidente per Bari e Bat dell'associazione, Andrea Nazzarini - aspettiamo prima di dare un giudizio definitivo. I documenti servono a sviluppare l'esistente ma serve una programmazione precisa. Da parte nostra, avevamo chiesto di evitare 3 mesi pieni di mercati serali perché sarebbero stati insostenibili per gli operatori".E in quel senso, nel documento vi è la riduzione delle aperture solo alle prime settimane di luglio e agosto. 

Prudenza ma anche soddisfazione, infine, da CasAmbulanti Bari-Bat: "Abbiamo posto le basi - rivendica il presidente Savino Montaruli . per far si che quel Documento non fosse più 'blindato' ed 'impositivo', come lo era prima, ma diventasse snello, flessibile e modificabile. Le nostre proposte migliorative, accettate, sono già diventate un percorso che si concretizzerà con l’avvio immediato dei Tavoli di Concertazione Tematici per addivenire alla rielaborazione di quel Documento che, come affermato da Decaro, avverrà in tempi brevissimi, nell’arco di alcuni mesi e non di anni. Quel concetto di 'deroga' che abbiamo voluto e che abbiamo fatto inserire nel Documento approvato dal Consiglio Comunale ci consentirà di 'gestire' con criterio ed opportunità gli eventi straordinari, i mercati festivi e tutte le fattispecie sulle quali non sarà il Documento ad imporci la strada ma questa la cercheremo e la troveremo insieme all’Amministrazione comunale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari 'sblocca' il Documento Strategico del Commercio, le associazioni di categoria non si fermano: "E' solo un primo passo"

BariToday è in caricamento