Economia Murat / Via Giuseppe Bozzi, 51

L'Ebap mette a disposizione un contributo di mille euro per i neo genitori

Potranno richiedere la somma i dipendenti di aziende artigiane pugliesi, diventati padri tra settembre 2012 e 31 agosto 2014 e con un Isee familiare non superiore a 30.000 euro

Un contributo di mille euro per i neo genitori. E' la somma messa a disposizione una tantum dall'Ente bilaterale dell’artigianato pugliese per aiutare le famiglie dei dipendenti di aziende artigiane pugliesi. Potranno usufruire dell'aiuto, i dipendenti o apprendisti che sono diventati padri o che lo diventeranno, nel periodo compreso tra il primo settembre 2012 al 31 agosto 2014. E' necessario però che l'Isee del nucleo familiare non sia superiore a 30.000 euro.

L'importo lordo di mille euro non potrà essere cumulato con ulteriori contributi provenienti dal 'Fondo per il sostegno alla flessibilità' nè con altri messi a disposizione da interventi regionali (buoni buoni-servizio di conciliazione vita-lavoro e integrazioni al reddito per la genitorialità, la non autosufficienza e la disabilità).

Il contributo dell'Ebap fa parte di una serie di iniziative a cui, di recente, si è aggiunta anche l'assegnazione di borse di studio di 300 euro ai figli di dipendenti con un Isee inferiore ai 27.000 euro.

Per richiedere i mille euro i neo genitori devono compilare dei modelli scaricabili dal sito www.ebapuglia.it oppure reperibili nelle sedi delle unità gestionali di bacino, presso le quattro associazioni datoriali (Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai) o nelle tre organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil). Le domande compilate vanno poi inviate all’Ebap Puglia (Bari, via Bozzi 51).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ebap mette a disposizione un contributo di mille euro per i neo genitori

BariToday è in caricamento