Martedì, 27 Luglio 2021
Economia Japigia / Viale Imperatore Traiano

Equanima, a Madonnella un banco per l’usato solidale

La crisi incalza e cresce la domanda di aiuto. A San Sabino presto sarà attivato uno sportello per l'ascolto e il recepimento dei bisogni

Distribuire indumenti a chi ne ha bisogno. Ma anche trasformare gli stili di vita di ciascuno orientandoli alla sostenibilità e al riuso. Sono questi alcuni degli obiettivi che animano l’associazione di promozione sociale Equanima, nata nel 2010 grazie alla volontà di alcuni volontari di costruire un virtuoso circolo di donazione di abiti, biancheria e oggetti per la casa. “Con la collaborazione dell’Arcidiocesi Bari-Bitonto abbiamo chiesto alle parrocchie, che in buona parte non riescono più gestire la raccolta degli indumenti, di fare rete e di poter posizionare alcuni nostri contenitori nei loro locali. Ciò ci permette di raccogliere il materiale donato, e successivamente di selezionarlo e redistribuirlo”, racconta Ezio Marzulli, responsabile di Equanima.

L’associazione ha sede nel rione Madonnella, su viale imperatore Traiano. Martedì e giovedì i giorni di apertura. In coda ci sono persone di varia estrazione: senza fissa dimora, ma anche famiglie risucchiate dalla crisi e che si mettono in coda nella speranza di ricevere qualcosa. I volontari  distribuiscono il materiale secondo una logica precisa. “Abbiamo selezionato tre livelli di bisogno – specifica Marzulli . Per i senza fissa dimora il materiale viene offerto gratuitamente, per donne e bambini lo distribuiamo in sede, mentre per gli uomini ci appoggiamo all’Area 51 del Caps”.

La domanda di aiuto è cresciuta. E così i volontari hanno deciso di metter su un progetto sperimentale coinvolgendo le parrocchie della vicaria Japigia oltre che la circoscrizione di pertinenza. “Fra pochi giorni attiveremo uno sportello presso la chiesa di San Sabino, dove chiunque potrà incontrarci per segnalare particolari esigenze”, afferma Marzulli. “Una volta che comprendiamo il bisogno, diamo alle persone un coupon avente un valore virtuale in Equ che  permette di recarsi presso la nostra associazione per ritirare mIMG-20121004-WA0001-2ateriale con un valore equivalente”.
In sostanza ogni capo viene catalogato e “prezzato”, ma solo al fine di trasferire in modo simbolico il valore ancora presente nella roba che viene donata. “Con questo progetto vogliamo farci promotori di un nuovo modello di vita ispirato alla sobrietà ed alla sostenibilità, attraverso le buone pratiche del riuso e del riutilizzo e contro la logica imperante del consumismo e dello spreco di risorse”, commenta Marzulli.

Chiunque può associarsi o offrire un po’ del suo tempo a questa attività. “Saremmo ben felici di accogliere chi voglia darci una mano in forma gratuita – conclude Marzulli - . La domanda di aiuto sta crescendo  giorno dopo giorno e alla nostra organizzazione farebbe certamente bene ricevere una mano”.

Info su https://www.facebook.com/Equanima

 

 

IMG-20121004-WA0000-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Equanima, a Madonnella un banco per l’usato solidale

BariToday è in caricamento