Vertenza ex Om Carrelli, braccio di ferro sulla CiG in deroga: lunedì sit-in dei lavoratori in piazza Libertà

Prosegue il muro contro muro che vede opposti la Curatela Fallimentare da una parte e sindacati più Regione dall'altra. Gli operai, in attesa dell'avvio del progetto di Selectika, non percepiscono soldi da 13 mesi

Il braccio di ferro continua, in attesa di una soluzione definitiva: la vicenda della ex Om Carrelli, nei giorni scorsi, ha visto una nuova e spiacevole pagina per i materializzarsi il rischio, per i 165 operai del vecchio stabilimento nella zona industriale di Bari-Modugno, di non ricevere la cassa integrazione in deroga per il 2018, come anticipato dalla Ugl in una nota di giovedì 17. La situazione di stallo è confermata anche da altre sigle sindacali che in questi giorni stanno chiedono interventi per srotolare una matassa sempre più complicata: "Inspiegabilmente la curatrice fallimentare della Tua  - spiega Gianfranco Michetti della Cisl - ha dato parere negativo sostenendo che non ci sono i presupposti di legge per poter attivare la domanda di cassa integrazione in deroga per il 2018. Noi invece siamo di tutt'altra posizione, perchè non è la curatrice che deve verificare i presupposti ma è la Regione Puglia". "Nel 2018  - sottolinea Michetti - i lavoratori non hanno ricevuto nulla, sono da oltre 13 mesi senza alcun sostegno economico, ci sono persone allo sbando totale, che dormono in macchina e non hanno i soldi neanche per i beni di primaria necessità".

Caroli: "Inspiegabile l'atteggiamento della curatela"

A sostegno di questa tesi, l'11 gennaio scorso, è arrivata una mano dal Ministero del Lavoro che attraverso una nota ha segnalato che l'unico soggetto a cui compete la valutazione dei requisiti di sussistenza è proprio la Regione: "Si tratta - dice Leo Caroli, presidente della Task Force regionale sul lavoro - di un nulla osta che dovrebbe consentire di sbloccare la vicenda. Invece, la curatela non ha inviato alcuna richiesta, motivando la decisione comunicando di aver acquisito un parere negativo da parte di un giuslavorista di sua fiducia, non del giudice. Non ci sono 90 giorni di anzianità lavorativa e non c'è attività produttiva? La cassa integrazione in deroga deve essere concessa lo stesso, come è avvenuto in situazioni simili proprio con l'ingresso di Tua Industries nella vicenda Ex Om e nel caso specifico della Sangalli di Manfredonia dove la cig è stata richiesta e pagata dalla Regione, nonché prorogata, fino a quando non si è realizzato un nuovo piano industriale, con completa assunzione dei lavoratori". Un appello al dialogo arriva dalla Uil: "L'invito - spiega Riccardo Falcetta, segretario Uilm Bari - è quello di abbassare i toni e di ritrovarsi al tavolo del Ministero per attivare la Cig In deroga comprendendo tutti i lavoratori. Serve un incontro urgente in tal senso".

Lunedì il sit-in davanti alla Prefettura

La Regione, dunque, ha 3 milioni di euro per due anni, già accantonati e disponibili all'utilizzo ma non vi è stata alcuna presentazione dell'istanza da parte della curatela. Per il momento i soldi restano congelati, in attesa che la vicenda trovi uno sbocco. Lunedì prossimo si svolgerà un sit-in di protesta dinanzi alla Prefettura. Non è escluso che nelle prossime settimane vi possano essere azioni istituzionali per fare qualche passo avanti. L'unico risultato portato a casa, in questo 2019, è la decisione del Governo di concedere la mobilità in deroga ai lavoratori ex Om che dunque, in caso di licenziamento potranno contare su un paracadute. L'obiettivo reale però, è quello di utilizzarla per accompagnare gli operai verso l'assunzione da parte di Selectika che intende trasformare lo stabilimento in sito per il riciclo di rifiuti, dalla carta alla plastica fino al vetro. Ieri si è svolto un sopralluogo con i tecnici dell'azienda e i rappresentanti del Comune di Modugno, per pianificare al meglio la 'retro-cessione' dell'impianto da parte della curatela fallimentare all'amministrazione cittadina modugnese. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento