Piano di rilancio da 13 milioni 'congelato' in attesa delle autorizzazioni: la vertenza senza fine della ex Om Carrelli

Nella sede di Assindustria Puglia si è svolto un incontro al quale hanno preso parte i rappresentanti di Selectika e delle organizzazioni sindacali, per fare il punto sul rilancio del sito produttivo, a 9 anni dall'inizio dell'incubo per i lavoratori

Un piano da 13.3 milioni di euro da mettere in pratica quando vi saranno le ultime autorizzazioni da parte della Regione Puglia. Nuovo capitolo dell'interminabile vertenza della ex Om Carrelli di Bari Modugno: ieri, nella sede di Assindustria Puglia si è svolto un incontro al quale hanno preso parte i rappresentanti di Selectika e delle organizzazioni sindacali, per fare il punto sul rilancio del sito produttivo, a 9 anni dall'inizio dell'incubo per i lavoratori.

Al termine del confronto è stato firmato un verbale in cui si sollecita un incontro con la Regione Puglia e un tavolo di concertazione per definire lo sviluppo del sito. Selectika, che ha intenzione di realizzare una struttura per il riciclo di rifiuti, tra cui carta, cartone e vetro, potrebbe assumere 128 lavoratori. L'azienda, però, attende due sì dalla Regione, riguardanti il Paur (Procedimento Autorizzatorio Unico Regionale) e il Pia (Programma Integrato di Agevolazione) per avviare la bonifica del capannone e l'installazione dei macchinari. Dopo il sì alle autorizzazioni, inoltre, potrebbe partire la formazione dei lavoratori: "Stavolta - spiega a BariToday Gianfranco Michetti, segretario Fim Cisl Bari - ci hanno presentato un piano industriale completo rispetto al 2018. La prima scadenza è prevista per aprile. Quando sarà espletata si partirà con la cantierizzazione. Abbiamo incassato anche l'impegno dell'azienda per la formazione, da svolgere in collaborazione con la Regione Puglia, e per le prime assunzioni, dal momento in cui verranno avviati i cantieri".

Domani nuovo sit-in di protesta davanti alla Regione

I lavoratori, però, attendono novità effettive: "Ad oggi - aggiunge Michetti - è prematuro parlare di risoluzione. Siamo stanchi e lo sono anche gli operai, esasperati dopo 9 anni di possibilità sfumate e reindustralizzazioni mai andate a buon fine". Gli ex dipendenti Om Carrelli attendono anche notizie sulla mobilità in deroga, decisa con un accordo a novembre scorso: "La misura - rimarca Michetti - è stata approvata a dicembre con la legge di stabilità e aspettiamo le autorizzazioni. Se non dovessero arrivare scenderemo in piazza". Intanto, per domattina, davanti al Consiglio regionale della Puglia, in via Gentile a Bari, è previsto un sit-in di protesta dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

  • Tragedia a Bitritto, colto da malore nel suo negozio: muore commerciante

Torna su
BariToday è in caricamento