Somme del Tfr da restituire, dall'Agenzia delle Entrate la beffa per gli operai ex Om

Le lettere arrivate in questi giorni conterrebbero la richiesta di restituzione di parte del Tfr erogato nel 2014. Da giorni, dopo il fallimento dell'ultimo progetto di reindustrializzazione, alcuni di loro sono in sciopero della fame

Una lettera dalle Agenzia delle Entrate, che suona come una beffa - l'ennesima - per gli ex lavoratori dell'Om Carrelli. Le comunicazioni giunte in questi giorni conterrebbero la richiesta di restituire delle somme del Tfr erogato dall'azienda nel 2014. Cifre tra i 100 e i 300 euro, ma che per alcuni operai sarebbero ancora più alte. In ogni caso, l'ennesimo colpo per i lavoratori che da mesi vivono senza alcuna certezza sul futuro, tra le difficoltà di dover far fronte alle esigenze di ogni giorno senza un lavoro.

Da alcuni giorni, dopo il fallimento dell'ultimo progetto di reindustrializzazione, alcuni operai hanno dato inizio per protesta ad uno sciopero della fame, con un sit-in davanti a Palazzo di Città. Intanto, la riunione convocata in Regione per la definizione di un nuovo possibile progetto di rilancio, è stata rinviata a inizio agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento