Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia

“Felice Bari per la Russia”, parte il progetto di accoglienza per i turisti

La Confcommercio di Bari in collaborazione con l'Autorità portuale e la Fondazione Nikolaos lancia un'iniziativa volta a migliorare l'ospitalità dei turisti russi che settimanalmente visitano Bari grazie al nuovo collegamento marittimo con il Montenegro

Sono circa 10-12mila i russi che ogni anno visitano la città di Bari per motivi culturali o religiosi, spinti in particolare da quel legame che unisce la nostra città all’Oriente nel nome di San Nicola. Una presenza rilevante, dunque, quella dei turisti russi a Bari, incoraggiata nelle ultime settimane dal varo del nuovo collegamento marittimo Bari-Montenegro fortemente voluto dall’Autorità portuale.

Per migliorare l’accoglienza dei turisti che ogni martedì giungono in città a bordo della Sveti Stefan,  la Confcommercio di Bari in collaborazione con il Club Amici della Russia, la Fondazione Nikolaos e l'Autorità portuale barese ha dato vita al progetto “Felice Bari per la Russia”.  L’iniziativa si rivolge ai commercianti della città , invitati a tenere i negozi aperti anche durante la pausa pranzo il martedì, in modo da dare ai turisti la possibilità di fare shopping. Alle attività commerciali verranno fornite vetrofanie per segnalare l’adesione al progetto, mentre ai passeggeri della Sveti Stefan verranno distribuiti opuscoli con itinerari e servizi della città e un piccolo vocabolario italiano-russo per consentire un minimo di dialogo.

"L'iniziativa semplice ma efficace mira a migliorare l'ospitalità di questi turisti dando il segno - ha spiegato il presidente di Confcommercio Bari, Alessandro Ambrosi illustrandola ai giornalisti - di un percorso nuovo con investimenti mirati; ai commercianti chiediamo di restare aperti durante la pausa pranzo il martedì sino a settembre, consentendo così ai turisti russi in arrivo a Bari con la Sveti Stefan di fare acquisti".

"E' un primo segnale, miriamo a creare un vero e proprio sistema turistico dedicato ai russi - ha auspicato il presidente del Club Amici della Russia, Rocky Malatesta - perché ci piacerebbe che commercianti e ristoratori entrassero in empatia con i russi avviando un percorso comune".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Felice Bari per la Russia”, parte il progetto di accoglienza per i turisti

BariToday è in caricamento