Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Fiera del Levante ai nastri di partenza. Vendola: "Privatizzeremo la gestione"

Presentata in conferenza stampa la 77esima edizione della campionaria. Sabato prossimo l'inaugurazione alla presenza del premier Letta. Il presidente della Regione sul futuro dell'ente: "Sarà gestita da privati ma la resterà pubblica e continueremo a valorizzarla"

Rinnovare la formula e l'offerta, ma senza dimenticare la tradizione, le origini, il rapporto con la città. Sarà questa la 'mission' della 77esima edizione della Fiera del Levante. "Vogliamo portare i baresi in Fiera, vogliamo fare in modo che ci vengano ogni giorno, perchè la Fiera è dei baresi". Mentre presenta in conferenza stampa le novità della campionaria che si inaugura sabato prossimo, il neo presidente Ugo Patroni Griffi lo ribadisce più volte.

"Quando ho accettato l'incarico - esordisce Patroni Griffi - ero conscio del compito gravoso che mi veniva assegnato". Tra gli altri anche quello, nell'immediato, di rinnovare una Fiera che da anni è ormai alla ricerca di 'nuova formula' per recuperare attrattiva nei confronti di espositori e visitatori. E che quest'anno, sottolinea il presidente, sembra cominciare il piede giusto, con un 20% di espositori paganti in più rispetto all'anno scorso.

BIGLIETTI E AGEVOLAZIONI - Ma per rilanciare la Fiera bisogna anche (ri)conquistare i visitatori, invogliare la gente a visitarla. Cominciando dal prezzo del biglietto. Anche per quest'anno il ticket di ingresso costerà tre euro, ma saranno anche previste una serie di agevolazioni, come gli sconti per chi utilizza il Park&Ride, l'ingresso gratuito per chi arriva in bici e per chi visita la Fiera nei giorni feriali dalle 19 alle 21, e, novità di quest'anno, il biglietto omaggio per chi fa shopping da Eataly comprando un prodotto tipico pugliese.

NOVITA' ED EVENTI - Novità in vista anche per quanto riguarda l'offerta della Fiera. Accanto ai tradizionali padiglioni dedicati all'arredamento, all'edilizia, all'abbigliamento, alle auto, all'agroalimentare, la settimana della campionaria offrirà anche un ricco calendario di eventi e spettacoli: artisti di strada, concerti, attività sportive organizzate in collaborazione con il Coni, mostre, appuntamenti dedicati alla salute e alla prevenzione, laboratori dedicati ai bambini e un Planetario, il più grande del Sud Italia, in cui scoprire e ammirare le bellezze del cosmo.

Tra i 'ritorni' della tradizione, invece, la "Galleria delle Nazioni", il padiglione dedicato all'artigianato estero, che quest'anno recupera forme e nome originari, e una rassegna cinematografica ad ingresso gratuito, realizzata in collaborazione con l'Apulia Film Commission: una rievocazione dei “film della fiera” che negli anni '70 venivano trasmessi di mattina da RaiUno durante tutto il periodo della Campionaria. Sul versante innovazione, invece, ampio spazio alle start-up (con una giornata, quella del 20, tutta dedicata alle start-up digitali) e alle nuove tecnologie di comunicazione, con una app dedicata alla Fiera e ai suoi eventi, scaricabile gratuitamente.

"La Fiera - ha detto il presidente Vendola, intervenuto alla conferenza stampa - deve tornare ad essere una Fiera di popolo. Devono tornare gli imprenditori e deve tornare la gente. La Fiera è un bene comune, appartiene a Bari, e deve recuperare il suo rapporto con la città".

IL FUTURO: LA PRIVATIZZAZIONE - Il presidente della Regione ha poi parlato del futuro dell'ente, facendo riferimento alle due principali 'sfide' affidate al neo presidente Patroni Griffi: la trasparenza della gestione e la privatizzazione. "Abbiamo adottato un nuovo regolamento per garantire trasparenza - ha ricordato Patroni Griffi - e a fine saremo pronti a presentare i conti dell'ente".  "E' molto importante dire ai pugliesi - ha poi sottolineato Vendola parlando del processo di privatizzazione - che la proprietà resterà pubblica e che noi continueremo a valorizzare il patrimonio della cittadella". sarà cioè, ha precisato Vendola, Oggi la Fiera del Levante ha un Cineporto, ha l’esperienza di un privato importante come Farinetti con Eataly, ha un luogo dove sorgerà il museo dei bambini, ha vecchi spazi affittati ai giovani che fanno coworking. Insomma, la cittadella si sta trasformando, nei padiglioni fieristici è importante che entri il produttore di ricchezza".

Intanto nella futura strategia di rilancio della Fiera c'è anche la ricerca di partnership internazionali. E in conferenza stampa il presidente Patroni Griffi annuncia una novità importante: un incontro, fissato per questo pomeriggio, con i rappresentanti della Messe Frankfurt, colosso tedesco del settore, con cui l'ente barese potrebbe avviare delle sinergie per l'organizzazione di eventi fieristici.

FIERA DEL LEVANTE 2013: RIDUZIONI E AGEVOLAZIONI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera del Levante ai nastri di partenza. Vendola: "Privatizzeremo la gestione"

BariToday è in caricamento